A2 F - Campobasso: aria di festa per la prima in un PalaVezzieri esaurito

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 107 volte
Fonte: Ufficio Stampa Magnolia Campobasso
A2 F - Campobasso: aria di festa per la prima in un PalaVezzieri esaurito

La prima assoluta in serie A per la palla a spicchi di Campobasso. E, nello specifico, sul versante femminile. Il PalaVazzieri è pronto a vestirsi a festa per l’esordio della Magnolia nel girone Sud del torneo di A2 di basket. Per le ragazze griffate La Molisana di coach Mimmo Sabatelli l’avversaria che aprirà le danze arriva dall’Umbria: la Ceprini Costruzioni Azzurra Orvieto guidata in panchina da Massimo Romano, compagno d’avventura di Sabatelli con la nazionale under 20. “È una sensazione senz’altro particolare – riconosce il coach dei #fioridacciaio – fare un esordio del genere e trovarsi di fronte un amico con cui ho condiviso un biennio davvero intenso, instaurando un gran bel rapporto”. Al di là dei rapporti umani, però, oggi con inizio alle ore 18.30 in palio ci saranno i primi due punti e in casa rossoblù c’è voglia di iniziare al meglio la stagione. “Vivremo delle emozioni uniche – aggiunge Sabatelli – ma, del resto, sono mesi che lavoriamo per questo traguardo, sino a qualche tempo fa impensabile. Lo faremo, tra l’altro, in quella che è la casa storica del basket campobassano al centro di un lavoro di restyling, che è nella sua ultima fase e che ci ha permesso di rimettere quasi totalmente a nuovo la struttura”.

NESSUNA DEFEZIONE Qualche piccolo acciacco figlio del periodo di preparazione ha fatto compagnia alle rossoblù in questi giorni d’avvicinamento. Tuttavia, la squadra ha comunque lavorato a pieno regime sul parquet del PalaVazzieri e tutte le giocatrici sono pronte a rispondere all’appello.

FOCUS SU ORVIETO Prima antagonista sulla strada della Magnolia sarà l’Azzurra Orvieto, formazione con alle spalle quattro tornei consecutivi in A1 e che – nella passata stagione in A2 – ha raggiunto i playoff promozione. Nel loro roster le umbre possono contare – come elementi di punta – sulla playmaker Rachele Porcu, protagonista con la nazionale femminile juniores, sulla pivot Giorgia Manfrè e sull’esterna slovena Eva Rupnik. “Sono senz’altro tre punti di forza – ammette coach Sabatelli – ma ci sono anche altri elementi di spessore. Come il nostro, anche quello dell’Orvieto è un organico giovane, ma determinato a far bene”.

VERSO IL SOLD OUT Le due gare della seconda edizione del torneo ‘Campobasso per lo sport’ a Ferrazzano, e in particolare la finale contro Vicenza con la presenza di oltre 350 persone, hanno rappresentato la cartina di tornasole dell’entusiasmo e della voglia di vedere all’opera i #fioridacciaio da parte degli appassionati di Campobasso. Tutti segnali, insomma, di un possibile ‘tutto esaurito’ per la sfida con Orvieto. “C’è entusiasmo in città e tutti parlano con curiosità del nostro esordio – le parole di Sabatelli – ed i segnali sono quelli di una campagna abbonamenti che, pur partita un po’ in ritardo, può contare già su un buon numero di tessere distribuite. Da parte mia, non posso far altro che rinnovare il mio appello al pubblico: questa è una squadra giovane che ha bisogno del sostegno dei propri tifosi, che possono essere a tutti gli effetti il sesto elemento in campo”.

ARBITRI CAMPANI A dirigere l’esordio in campionato della Magnolia due arbitri campani: Vincenzo Di Martino di Santa Maria La Carità e Gennaro Nuzzo di Caserta.