A1 F - Una brutta Fila San Martino cede in casa vs Broni

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 88 volte
Fonte: Ufficio Stampa Lupebasket
A1 F - Una brutta Fila San Martino cede in casa vs Broni

Il Fila paga a caro prezzo la doppia trasferta ravvicinata di Venezia e Ragusa, e alla terza partita in otto giorni cede sul proprio parquet alla Pallacanestro Broni. Gara tutta a rincorrere quella delle giallonere, apparse in debito d’ossigeno sin dal secondo quarto – nonostante il rientro di una Keys ancora non al meglio – e penalizzate dalle terribili percentuali da tre: 0/12 contro l’8/17 di Broni, 24 punti di differenza da dietro l’arco che nel 50-56 finale hanno pesato come un macigno.
 
1° QUARTO. È discreta la partenza del Fila, subito avanti con Mahoney e Filippi (7-2 dopo 3′). Le padrone di casa però non riescono ad approfittare delle tante palle perse delle avversarie, che con 5 punti consecutivi di Wojta riagguantano la parità sul 9-9. È proprio l’americana a firmare subito dopo anche il primo vantaggio ospite, all’interno di un parziale di 9-0 che vale il 9-13 al 9′.
 
2° QUARTO. Wojta è già in doppia cifra, quando trova la tripla del +6 (11-17) che obbliga coach Abignente al time-out. Sono Oroszova e Keys a sbloccare le Lupe, ma con altre due bombe Ravelli porta il vantaggio in doppia cifra sul 17-27, mentre dall’altra parte il Fila litiga col canestro anche dalla lunetta. Ciononostante, è proprio con qualche libero che l’attacco si smuove, e poi il bel canestro in reverse di Mahoney consente alle Lupe di tornare a -4 (23-27) prima dell’intervallo.
 
3° QUARTO. In avvio di secondo tempo Broni si conferma più reattiva, il 4-0 di Ravelli e Bonasia produce un nuovo time-out dopo appena 90″. Filippi prova a dare una scossa con il gioco da tre punti del 30-35 (25′), ma dall’altra parte Van Grinsven risponde subito alla stessa maniera. Poco dopo la tripla da otto metri di tabella di Pavia, allo scadere dei 24″, fa capire che non è davvero giornata per le giallonere, che all’ultima pausa sono ancora inchiodate a quota 32 punti e ne hanno 13 da recuperare.
 
4° QUARTO. Ravelli è inarrestabile, e con altre due bombe firma il +19 ospite al 32′ (32-51). Per San Martino invece il canestro si conferma stregato da dietro l’arco: per risalire all’ultima partita casalinga senza canestri da tre bisogna tornare addirittura al gennaio 2011, ai tempi della A2, contro Udine allenata all’epoca proprio da coach Abignente. Nel finale le Lupe non smettono comunque di lottare e si riavvicinano fino al -6, ma ormai la partita ha preso la direzione di Broni, che vince con merito.

Fila San Martino – PF Broni  50-56
 
BASKET SAN MARTINO: Oroszova 4 (2/8, 0/1), Mahoney 18 (6/9, 0/3), Filippi 13 (4/10, 0/6), Tonello (0/1), Amabiglia ne, Fassina 5 (1/2), Bailey (0/3, 0/2), Keys 7 (3/5), Beraldo ne, Milani ne, Gianolla 3 (1/3), Baldi ne. All. Abignente.
PALLACANESTRO BRONI: Moroni 3 (1/4 da tre), Pavia 5 (1/1 da tre), Bonasia 4 (2/2), Wojta 10 (2/5, 2/3), Ravelli 14 (1/5, 4/8), Castello 5 (2/3), Premasunac 2 (1/6), Van Grinsven 7 (2/8, 0/1), Fusari ne, Gatti 6 (3/5). All. Sacchi.
ARBITRI: Dori di Mirano (VE), Meneghini di Verona e Castiglione di Palermo.
PARZIALI: 11-13, 25-29, 32-45.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Bonasia (24′). Tiri da due: San Martino 17/41, Broni 13/34. Tiri da tre: San Martino 0/12, Broni 8/17. Tiri liberi: San Martino 16/26, Broni 6/7. Rimbalzi: San Martino 34 (Oroszova 7), Broni 34 (Van Grinsven 9). Assist: San Martino 12 (Gianolla 7), Broni 16 (quattro con 3).