A1 F - Tante straniere a Broni Maaja è la più efficace

Sono una decina le ragazze schierate nella squadra di basket ora in A1 Bratka protagonista della scorsa stagione. Ma anche Georgieva se la cavava
 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 115 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Tante straniere a Broni Maaja è la più efficace

Nel corso di questi anni a Broni sono arrivate diverse giocatrici straniere, in particolare nel ruolo di pivot, forse uno dei più delicati e decisivi. Sicuramente quella che ha lasciato maggiormente il segno è stata Maaja Bratka, l’unica in 23 anni di storia del sodalizio biancoverde ad essere confermata per due stagioni consecutive.

Il «triplete» 2016 della Omc Broni (campionato, Coppa Italia e Coppa Lombardia) ha consacrato la pivot estone di 24 anni. Arrivata senza clamori dall’Inghilterra, si è subito messa in luce per la sua fisicità e tecnica sotto canestro, chiudendo con una media di 14,4 punti a partita in 29,5 minuti di utilizzo, a cui vanno aggiunti 8,8 rimbalzi di media ad incontro. Ha fatto in sette occasioni una doppia–doppia. Quest’anno con la maglia della Techedge Broni è ferma a 7,7 punti di media a partita, tuttavia ha pagato la distorsione alla caviglia sinistra subita nella prima giornata di campionato. Appare in crescita e sarà sicuramente un punto fermo della squadra anche nel 2017. Broni ha sempre guardato all’est Europa in queste ultime stagioni. Prima di Bratka, nella stagione 2014-2015 era arrivata in Oltrepo la bulgara Dimana Georgieva, 28 anni, che adesso è tornata a giocare nel Montana 2003, la squadra della sua città natale.

In quella stagione in maglia biancoverde chiuse con 11,8 punti e 7 rimbalzi di media a partita. Andando a ritroso nel nostro viaggio, troviamo nella stagione 2013-2014, l’italo-americana di Brooklyn Maria Laterza, che poi trascorse due stagioni a Sesto San Giovanni e l’anno scorso arrivò alla Gesam Gas Lucca nel girone di ritorno. Tra l’altro, altra curiosità, in quella stagione 2013-2014 ad aiutare in panchina coach Giancarlo Giroldi, arrivò come assistente Roberto "Cico" Sacchi, attuale condottiero della Techedge Broni nel suo primo storico campionato in serie A1. Nell’agosto del 2012, dopo tre anni di purgatorio in serie B d’Eccellenza, Broni ritrovò la serie A2 e sbarcò la pivot lettone, classe 1991, Liga Sürkusa, che chiuse con 10,7 punti di media a partita. Nel 2008 toccò alla tedesco-polacca Katharina Fikiel, che già allora, nonostante la sua giovane età era molto promettente, tanto da diventare una delle colonne portanti della nazionale germanica. Andando a ritroso negli anni troviamo la slovena Polona Oberc e un’altra tedesca, l’ala Annika Danckert, che è stata la prima straniera nella storia della Pf Broni 93, come ricorda anche il sito della società. Infine il 2 settembre 2016 entrerà negli annali per l’arrivo delle due americane: Amber Stokes e Ndidi Madu.

Franco Scabrosetti