A1 F - Schio passa a Napoli e mercoledì gioca in Coppa a Cracovia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 130 volte
Fonte: Ufficio Stampa Famila Schio
A1 F - Schio passa a Napoli e mercoledì gioca in Coppa a Cracovia

Il Famila Wuber Schio fa scattare il blitz a Napoli e supera la Saces Mapei Givova Dike 59-64. Un match ad alta intensità sempre condotto dalle orange che fin dal primo quarto hanno tenuto l’inerzia del match con le padrone di casa ad inseguire le sortite scledensi.

E’ Gemelos a tenere in scia Napoli (13-14 al 10′) ma a metà del secondo parziale Schio apre le turbine con Zandalasini che colpisce tre volte in serie per il +8 Schio. Le orange continuano a tenere alto il ritmo con alte percentuali di tiro e trovando il+15 alla pausa lunga (26-41).

Al ritorno in campo il Famila Wuber Schio sembra poter controllare il ritmo del match anche se le giocatrici di Molino non mollano e, anzi, nel finale provano a riaprire la gara (57-62 con tripla Pastore a 55”) ma Lisec è fredda e nell’attacco successivo chiude il match.

Saces Mapei Givova Dike Napoli – Famila Wuber Schio 59 – 64 (13-14, 26-41, 40-51, 59-64)
SACES MAPEI GIVOVA DIKE NAPOLI: Di Battista NE, Cinili* 2 (0/1, 0/5), Pastore* 8 (0/1, 2/4), Carta 7 (2/2, 1/3), Diene, Harmon* 19 (5/10, 1/3), Dacic NE, Gemelos* 16 (3/6, 2/7), Dolson* 7 (3/8, 0/1), De Cassan NE
Allenatore: Molino N.
Tiri da 2: 13/29 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 15/21 – Rimbalzi: 33 5+28 (Harmon 9) – Assist: 10 (Pastore 3) – Palle Recuperate: 7 (Gemelos 4) – Palle Perse: 11 (Pastore 3) – Cinque Falli: Cinili
FAMILA WUBER SCHIO: Yacoubou* 11 (5/12, 0/1), Gatti 2 (1/1, 0/1), Tagliamento 6 (2/3 da 2), Anderson* 11 (5/7, 0/3), Masciadri* 2 (1/1, 0/2), Lisec* 10 (4/6, 0/2), Zandalasini 14 (5/8 da 2), Ngo Ndjock NE, Dotto* 5 (2/3, 0/1), Macchi 3 (0/2, 1/2)
Allenatore: Vincent P.
Tiri da 2: 25/43 – Tiri da 3: 1/12 – Tiri Liberi: 11/12 – Rimbalzi: 33 2+31 (Yacoubou 6) – Assist: 8 (Dotto 4) – Palle Recuperate: 3 (Zandalasini 1) – Palle Perse: 9 (Dotto 3) – Cinque Falli: Dotto
Arbitri: Caforio A., Barbiero M., Di Marco R.