A1 F - Reyer Venezia vince a Vigarano

10.12.2017 21:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 92 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Ruzickova (13 punti)
Ruzickova (13 punti)

L’Umana Reyer non si fa sorprendere in terra ferrarese aggiudicandosi meritatamente i due punti in palio al termine di una gara condotta in testa sin dalla prima palla a due.
Venezia inizia con De Pretto, Dotto, Ruzickova, Walker e Carangelo ed è proprio la capitana lagunare ad aprire le danze con una conclusione in rovesciata. De Pretto “divora” il parquet emiliano in transizione depositando a canestro e costringendo ad un immediato time out coach Andreoli.
Vigarano muove il proprio punteggio con Bove che festeggia così il suo rientro sul parquet dopo l’infortunio che l’ha costretta ad uno stop prolungato. Ruzickova si esibisce in uno dei suoi movimenti da manuale spalle a canestro ma Zempare non fa attendere la propria replica con un’azione da tre punti. Walker, grazie a due centri consecutivi, riallontana le orogranata (5-10 a -4,00).
Il recupero di Zempare consente a Cupido di contenere lo svantaggio mentre si susseguono i cambi nelle fila veneziane con Micovic, Bestagno e Williams che fanno il loro ingresso sul parquet. Walker si dimostra efficace terminale offensivo ed è +6 (7-13 a -2,38). Secondo fallo di Dotto con conseguente cambio in cabina di regia a favore di Kacerik. Cigliani e Reggiani riavvicinano le padrone di casa ma l’ultima parola spetta a Micovic che nelle ultime battute del primo periodo insacca una tripla chiudendo sul 10 a 16.
In avvio di seconda frazione, Samuelson mette a segno la bomba del 13 a 16. L’attacco reyerino rimane a secco per quasi tre minuti, poi Bestagno, Samuelson e De Pretto danno una spallata ai rispettivi punteggi. Nuovo +6 lagunare grazie a Ruzickova anche se la ghanese Zempare fa sussultare il pubblico amico con le sue iniziative che trovano spesso e volentieri il fondo della retina. Valeria De Pretto ha buona mira da oltre l’arco ma ancora Zempare sfrutta la libertà concessale dalla diretta avversaria e per l’ennesima volta castiga la difesa veneziana dai 6,75. La risposta di Ruzickova da pari distanza non si fa attendere (21-28 a -3,24). Anche per De Pretto si alza la paletta del secondo fallo ed il bonus raggiunto dall’Umana Reyer consente a Vigarano di “rosicchiare” qualche punticino dalla lunetta rientrando negli spogliatoi sul 23 a 29.
Sandri sblocca subito il punteggio dopo l’intervallo lungo imitata da Samuelson. L’assist di Williams per Ruzickova viene sfruttato al meglio dalla lunga ceca. De Pretto viene punita dalla terna arbitrale con il terzo fallo e stessa sorte spetta subito dopo a Carangelo. Williams, in condizioni fisiche non perfette, trova i suoi primi punti della gara siglando il vantaggio in doppia cifra (25-36 a -6.07). Zempare si inventa un canestro funambolico ma la linea della carità premia l’Umana Reyer che incrementa il proprio vantaggio (27-41 a -4,10). Batabe Zempare, a dispetto dei suoi tre falli personali, non si da per vinta e “martella” da ogni posizione. Dall’angolo Williams “contraccambia”. Dalla lunetta Samuelson consente alle compagne di mantenere la linea di galleggiamento ma l’ultimo sussulto della terza frazione è di Maya Ruzickova che manda le squadre all’ultima pausa breve sul 34 a 48.
Walker, ben servita da Kacerik, trova il massimo vantaggio (34-50 a -9,21), poi l’ottima intesa tra Walker e Ruzickova vale il +18. Carangelo finalizza da oltre l’arco una bella azione corale e l’Umana spicca definitivamente il volo.
Nonostante l’impegno espresso dalla Meccanica Nova, il match è oramai a senso unico e l’uscita per raggiunto limite di falli di Zempare, autrice di una prestazione encomiabile (15 punti e 17 rimbalzi) sancisce la resa definitiva di Vigarano. Rimane il tempo per qualche iniziativa personale prima del buzzer conclusivo che vede una Venezia “corsara” mantenere la seconda posizione in classifica guardando con fiducia ai prossimi impegni contro Napoli e Schio. (s.v.)

MECCANICA NOVA VIGARANO – UMANA REYER VENEZIA 45 – 67

(Parziali: 10-16; 23-29; 34-48)

Meccanica Nova Vigarano: Ferraro, Reggiani 1, Cupido 4, Cigliani 2, Vanin, Bagnara 2, Lavezzi n.e., Bove 8, Zempare 15, Prisco, Gianesini, Samuelson 13,

Umana Reyer Venezia: Micovic 3, Bestagno 7, Carangelo 8, Kacerik, Williams 5, De Pretto 11, Sandri 5, Ruzickova 13, Dotto 4, Madera n.e., Togliani 1, Walker 10

Totali di squadra:
Meccanica Nova Vigarano: tiri da 2 12/32, tiri da 3 5/19, t.l. 6/7, rimb. dif. 27, rimb. off. 7, p.p. 23, p.r. 11, assist 10
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 20/45, tiri da 3 5/14, t.l. 12/19, rimb. dif. 27, rimb. off. 9, p.p. 14, p.r. 10, assist 12