A1 F - Famila Schio torna da Vigarano con due punti e ritrova Zandalisini

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 110 volte
Fonte: Vicenza Report
Zandalisini (12 punti)
Zandalisini (12 punti)

Bella vittoria in trasferta per il Famila Wuber Schio che ieri sera, al PalaVigarano di Vigarano Mainarda, ha sconfitto, con il punteggio di 64-87, le biancorosse della Meccanica Nova. Vittoria netta, dunque, per le arancioni, in questa sesta giornata di ritorno di Gu2to Cup, serie A1 di basket femminile, anche se le padrone di casa non hanno certo sfigurato. Fino a metà gara infatti le ragazze allenate da coach Luca Andreoli hanno tenuto il passo delle ospiti, salvo poi cedere dinnanzi alla maggior esperienza di Masciadri e compagne.

E’ una partita molto dinamica quella che va in scena al PalaVigarano e, dopo solo 50 secondi dalla palla a due, il tabellone recita già 3-4, con due centri di Yacoubou, intervallati dalla tripla di Zempare. È ancora la lunga francese ad appoggiare al tabellone il +3, 3-6, ma la Meccanica Nova rimane a contatto, 5-6. Mini strappo del Famila che capitalizza due palle perse dalle avversarie e balza a +7, 5-12. Dopo 15 giorni si rivede in campo Zandalasini: è suo il canestro del 10-18. Reggiani e Cigliani trovano punti importanti, che accorciano le distanze, 17-20, ma alla prima sirena la forbice si è allargata, 21-27.

In avvio di secondo parziale, il vantaggio di Schio raggiunge la doppia cifra, 21-31, ma Vigarano c’è e lo dimostra limando il passivo grazie ad azzeccate scelte in fase offensiva e ad una difesa a zona che disturba le arancioni, 30-33. Le scledensi si affidano a Yacoubou, che spalle a canestro sfodera tutto il suo potenziale, 32-38. Le triple di Zandalasini e Bagnara fanno avanzare il tabellone, senza però mutare il divario, 35-41. A movimentare la gara ci pensa Zempare, che insacca dalla lunga distanza, 38-41, anche se l’ultima parola è di Yacoubou, 38-43.

Nella ripresa la Meccanica Nova torna ad incalzare le avversarie, 42-45, ma ancora una volta le arancioni non perdono la concentrazione e riallungano, 45-59. Le biancorosse perdono lucidità e la stanchezza, dovuta anche alla panchina più “green” e quindi a corto di esperienza rispetto a quella delle scledensi, si fa sentire. Coach Vincent fa ruotare le sue giocatrici: tutte le atlete in campo danno il loro contributo alla causa e al trentesimo Schio si trova a condurre con un buon margine, 47-66.

L’ultimo periodo si apre con il +21 arancione, 47-68, che porta la firma di Zandalasini, poi le padrone di casa piazzano un break di 8-0, 55-68, firmato dalla giovane Natali, classe 2002, e da capitan Bagnara. A rompere il digiuno, per Schio, ci pensa Gatti, 55-70, subito imitata da Hruscakova, 55-72. Quando sul cronometro rimangono 90 secondi da giocare, il Famila ha ripristinato il 21 di inizio quarto, 61-82. Sulla sirena arrivano anche i primi punti di Ngo Ndjock, che valgono il 64-87 finale.

Vigarano: Trebec 5, Nativi 3, Gilli, Reggiani 15, Cupido ne, Cigliani 2, Vanin ne, Natali 7, Bagnara 9, Bove, Zempare 23

Schio: Yacoubou 17, Gatti 2, Tagliamento 6, Anderson 13, Masciadri 3, Hruscakova 14, Zandalasini 12, Ngo Ndjock 3, Dotto 8, Macchi 9

Ilaria Martini