A1 F - Famila Schio azzannata dalla Lupe a San Martino

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 96 volte
Fonte: Vicenza Report
Yakoubou (25 punti)
Yakoubou (25 punti)

Tanto spettacolo, questa sera al Palazzetto dello sport di via Leonardo da Vinci, nella gara tra le padrone di casa del Fila San Martino di Lupari e il Famila Wuber Schio. Una partita dalle molte emozioni, con le due contendenti ad alternarsi nella conduzione di questo derby veneto, ma alla fine, a spuntarla sono state le giallonere, che hanno conquistato i due punti in palio, imponendosi con soli due punti di scarto, 68-66, nella seconda giornata di ritorno di Gu2to Cup, serie A1 di basket femminile.

I due quintetti schierati in avvio di contesa delle 18 danno vita ad un match davvero scoppiettante. Dopo lo 0-4 firmato da Anderson e Yacoubou, le Lupe confezionano un parziale di 13-3, per  il 13-7 del quarto minuto. Forte delle ottime percentuali nel tiro da tre (80% con 4 conclusioni a bersaglio sulle 5 tentate), San Martino… Fila che è un piacere, ma sul 18-13, Schio trova la formula giusta per opporsi alla difesa delle padovane e torna in testa, 18-19. Bailey finalizza un gioco che vale il controsorpasso, 21-19, per poi chiudere il periodo sul +3, 27-24.

Nel secondo quarto, al canestro di Oroszova, 30-24, seguono cinque possessi consecutivi delle vicentine, che però non riescono a trasformare in punti i loro sforzi, a causa della difesa pressante delle Lupe. Una aggressività non di rado rubricata come fallosa ed è proprio un viaggio in lunetta a regalare al Famila i primi punti della frazione, 30-26. Le Lupe si affidano a tutte le atlete in campo per rimpolpare il vantaggio (il massimo sarà di 9 lunghezze, 39-30), mentre il tabellone di Schio avanza solo per mano di Yacoubou. Una scelta che per ora non pare dare i frutti sperati, visto che a metà gara le scledensi hanno 7 punti da recuperare, 41-39.

Nella ripresa Schio alza l’intensità difensiva e per ben tre volte forza l’infrazione di 24 secondi delle giallonere. In attacco, poi, le ospiti diversificano le loro scelte, senza insistere nel cercare una lunga da servire nel pitturato e così recuperano terreno. Le arancioni impattano sul 45-45 e poi mettono la testa avanti, 45-47. Un +2 che sarà anche lo scarto tra le squadre alla terza sirena, 51-53.

L’ultimo atto della contesa si apre con i primi tre punti di capitan Masciadri, 51-56. Il Fila reagisce con decisione e piazza un possente break di 9-0, 62-52. Questa cavalcata giallonera viene interrotta dal minuto di sospensione chiesto da coach Pierre Vincent. Al ritorno sul parquet dopo il timeout, il Famila gioca con fluidità e costruisce un contro parziale che, al quinto minuto, ristabilisce l’equilibrio 62-62. Bailey lo spezza con una tripla, 65-62 e Anderson risponde da due, 65-64. Dotto replica a Mahoney, ma le padovane non si fanno superare, 67-66. A tempo quasi scaduto Filippi ha a disposizione due tiri liberi: il primo va a bersaglio, mentre il secondo no, 68-66 e sul tentativo di rimbalzo arancione si chiude la contesa.

San Martino di Lupari: Oroszova 8, Mahoney 9, Filippi 6, Tonello ne, Amabiglia ne, Fassina 10, Bailey 17, Keys 10, Beraldo ne, Milani ne, Gianolla 8, Milani ne

Schio: Yacoubou 25, Gatti, Miyem 2, Tagliamento 2, Anderson 11, Masciadri 5, Zandalasini 6, Ngo Ndjock ne, Dotto 7, Macchi 8

Ilaria Martini