A1 F - Broni prenota un posto tra le big, Cipolla: «Nel 2017 deve arrivare la svolta decisiva»

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 96 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni prenota un posto tra le big, Cipolla: «Nel 2017 deve arrivare la svolta decisiva»

Giovedì ci sarà il debutto nella Coppa Italia "dei grandi" sul parquet della Pallacanestro Umbertide, intanto il presidente della Techedge Broni Bruno Cipolla guarda al 2017, anno in cui la società oltrepadana punta a mantenere la massima categoria del basket rosa e consolidare sia i quadri societari che il settore giovanile, avviato la scorsa estate.

La Pf Broni 93 è reduce da un 2016 che è oramai una pagina di storia della pallacanestro femminile nazionale, con il suo record di 37 vittorie consecutive in altrettante partite ufficiali, che potrà essere solo eguagliato.

Al momento in serie solo la Matteiplast Bologna (girone B) è ancora imbattuta.

Presidente Cipolla, dopo il fantastico 2016, cosa vi aspettate?

«Sicuramente l’anno appena trascorso è stato indimenticabile per tutti noi, ma adesso bisogna guardare avanti. Speriamo anzitutto di chiudere la stagione regolare tra le prime dieci squadre, centrando così la salvezza aritmetica senza dover passare dai play out, che sono sempre pericolosi».

Il 5 c’è la coppa Italia, come la affronterete?

«Come abbiamo sempre fatto, ovviamente cercheremo di vincere anche ad Umbertide in coppa Italia, per onorare l’impegno di questo prestigioso trofeo. Poi si tratta comunque di un test importante per avvicinarsi al meglio alla partita di domenica 8 gennaio, quando al PalaBrera arriverà la Passalacqua Ragusa, una delle big del campionato. La partita di coppa sarà importante per vedere il livello di crescita delle ragazze».

L’ultima partita prenatalizia di Napoli, nonostante la sconfitta, sembra aver fornito delle buone indicazioni…

«Direi proprio di sì. C’è stata finalmente un’inversione di tendenza dopo un periodo di appannamento. Le ragazze hanno ritrovato fiducia in se stesse. Credo che fosse l’unica cosa che mancava, perché ritengo che la squadra sia competitiva. La vittoria contro Vigarano del 18 dicembre è stata la molla che ha fatto scattare qualcosa. Bene, avanti così».

Quest’estate è partito il progetto giovani a cui lei tiene molto. Per il 2017 c’è qualcosa in vista?

«Sicuramente nel 2016 Claudia Cavenaghi e Alessandro Fontana hanno fatto un ottimo lavoro con le giovanili. Li ringrazio per l’impegno profuso. Siamo riusciti ad effettuare lo start up, adesso ci stiamo facendo l’esperienza anche sul campo con la squadra under 13. La voglia della società e dei responsabili è alta, quindi ci auguriamo di incrementare il numero delle iscritte per ricostruire un settore giovanile completo, come serbatoio futuro della prima squadra».

Cosa vuole dire ai tifosi?

«Di continuare a seguirci al PalaBrera con l’affetto che hanno sempre dimostrato. Oltretutto siamo all’esordio assoluto in serie A1 e stiamo disputando una stagione più che dignitosa. Anche da questo punto di vista è positivo. L’8 gennaio aspettiamo il pubblico delle grandi occasioni per la sfida contro Ragusa. Sono convinto che non avremo problemi a riempire le tribune. Il PalaBrera offre sempre un bellissimo colpo d’occhio».

Passiamo ad un tema delicato, ma sicuramente fondamentale: le sponsorizzazioni.

«Un tema importante certamente. L’obiettivo è quello di alzare sempre l’asticella, e fare in modo che la squadra possa crescere, e riesca a piazzarsi più in alto nelle prossime stagioni. Quindi indubbiamente sarà importante l’aiuto di nuovi sponsor che si affianchino a quelli già presenti, cui va il nostro doveroso ringraziamento. Penso che già da gennaio ci muoveremo, visto che si fa budget tra marzo e aprile. In sostanza si tratta di lavorare in proiezione futura, anche per il settore giovanile che vogliamo potenziare. Insomma vogliamo rimanere in A1 arrivando più a ridosso della prima fascia». (f. scab.)