Il cielo si tinge di gialloblù nella Lega Adriatica: Maccabi campione. Panathinaikos passa gara 4 e va in finale.

 di Michele Sganzerla  articolo letto 855 volte
Il cielo si tinge di gialloblù nella Lega Adriatica: Maccabi campione. Panathinaikos passa gara 4 e va in finale.

Nella finale della Lega Adriatica il Maccabi batte 87-77 un coraggioso Cedevita, conquistando per la prima volta nella sua storia il titolo di campione della Lega Adriatica. Il Maccabi sfrutta alla perfezione il fattore campo, trascinata dagli oltre 10 mila della Nokia Arena di Tel Aviv, la squadra di Blatt si impone grazie a una precisione al tiro quasi chirurgica, i gialloblù chiudo infatti con 26-53 da 2 e 9-17 da 3. I croati vengono dominati per quasi tutta la partita, succubi dei colpi sferrati da Langford (21, 4rim, 30val), poi nominato MVP delle finali, e Hendrix (16, 7rim, 20val). Solo nell’ultima frazione il Cedevita riesce a reagire riducendo lievemente il gap grazie a Warren (24, 18val) e Vukusic (14, 4rim, 2ast, 22val), ma il distacco è troppo netto per compiere il miracolo. Gli israeliani interrompono un egemonia che aleggiava su questo torneo da anni, infatti le precedenti cinque edizioni dono state vinte tutte dai serbi del Partizan Belgrado, quest’anno eliminati in semifinale.

Maccabi T-A   87-77   Cedevita

Maccabi T-A: K.Langford (21,4rim,1ast) , R.Hendrix (16,7rim), D.Blu (13,1rim,1ast), D.Smith (9,2rim,2ast), L.Eliyahu (8,5rim,3ast), G.Pnini (6,1ast)
Cedevita: L.Warren (24,1rim,1ast), V.Vukusic (14,4rim,2ast), H.Owens (13,3rim,1ast), D.Draper (8,2reb,6ast), M.Bazdaric (8,7rim,2ast), T.Petrovic (6,1rim,2ast)


Gara 4 delle semifinali del campionato greco sorride al Panathinaikos, i verdi campioni di Grecia in carica non si fanno sorprendere per la seconda volta consecutivamente, e si impongono a Rodi sul Kolossos 74-66. La squadra di Obradovic domina fin da subito, arrivando anche fino ad un vantaggio di +12 nel terzo quarto, solo nell’ultimo periodo i padroni di casa riescono a trovare le forze per ridurre il distacco, senza completare però a pieno la rimonta. Menzione particolare va a l’ala greca Vougioikas (17, 4rim, 19val) che con il suo impatto uscendo dalla panchina aiuta il Pana ad approdare in finale contro l’Olympiacos. Sempre per i verdi bene anche Kaimakoglu che chiude a quota 13 punti con 6 rimbalzi. Per il Kolossos gli unici in doppia cifra sono Tsamis e Liakopoulos che mettono a referto rispettivamente 15 e 20 punti.

Kolossos   66-74   Panathinaikos (1-3 Pana)