VERSIONE MOBILE
 Martedì 23 Settembre 2014
EUROPA
CHI ALZERÀ LA SUPERCOPPA BEKO 2014?
  
  
  
  

EUROPA

Eurolega, Final Four: l'Olympiacos torna in finale e ritrova il Real 18 anni dopo

Stessa finale del 1995 a Saragozza quando la competizione si chiamava ancora Eurobclub. Si ferma a Londra la marcia del Cska di Messina. I blancos battono i catalani grazie al maggior cinismo nel finale
10.05.2013 23:42 di Matteo Marrello  articolo letto 1036 volte
Kyle Hines
Kyle Hines

Sarà Olympiacos-Real Madrid la finalissima di Eurolega 2013 alla O2 Arena di Londra.
I blancos vincono El Clasicoe tornano in finale dopo 18 anni dopo Saragozza ’95. Domenica prossima, come allora, si troveranno di fronte ancora l’Olympiacos Pireo che ha umiliato a sorpresa il CSKA Mosca.

Nella prima semifinale L’Olympiacos castiga ancora una volta il Cska Mosca nella riedizione della finalissima dello scorso anno mandando in soffitta i sogni di gloria di coach Ettore Messina e della sua armata che fino a questa semifinale era apparsa praticamente invincibile. E dire che l’avvio è tutto di marca russa con 5 punti di Weems ed i sigilli di Khryapa. I campioni in carica appaiono in difficoltà e fin dai primi minuti hanno Papanikolau, Powell e Spanoulis con problemi di falli. Dal cilindro ellenico però spunta fuori l’ex verolano Kyle Hynes che prende per mano i suoi ed insieme al siluro di Kostas Sloukas confeziona un vantaggio di 7 lunghezze dopo i primi 10 minuti (24-17) La gara viaggia tra alti e bassi errori da una parte e dall’altra, Il Cska ha in casa propria un ostacolo in più: l’ex di turno Milos Teodosic, (5 punti 1/5 da tre, 2/4 ai liberi, 1 assist, 2 palle perse) e si va all’intervallo lungo sul 40-28 per i Reds. Ci si aspetta la reazione della squadra di Messina ed invece è l’Olympiacos a volare verso la finale grazie ad una grinta che non concede canestri dal campo agli avversari nel terzo quarto, e ad un Hines indemoniato. I greci volano a +21 e diventano sempre più l’incubo dell’armata rossa. Il finale è 69-52 per gli uomini di coack Bartzokas che domenica cercheranno lo storico bis nella massima competizione continentale.

CSKA Mosca-Olympiacos 52-69 (17-24, 28-40, 36-53)
CSKA: Jackson 7, Teodosic 5, Weems 13, Khryapa 11, Kaun 7. (Micov 3, Krstic 2, Erceg 2, Voronov ne, Vorontsevich 2, Ponkrashov ne, Papaloukas). Coach: Messina
Olympiacos: Spanoulis 8, Law 6, Papanikolau 5, Printezis 6, Powell. (Hines 13, Antic 13, Perperoglou 8, Shermadini 5, Sloukas 5, Gecevicius ne, Katsivelis). Coach: Bartzokas

 

Nella sfida tutta spagnola sono i blaugrana di Pascual a cercare l’avvio bruciante con Tomic e Navarro (9-3). Il Real accorcia le distanze con Rudy Fernandez, ma i blaugrana controllano e portano a casa il primo quarto sul 18-11. Il match prende quota e le retine vengono mosse spesso su entrambi i fronti. Il Real macina gioco e mette la freccia. A Jasikevicius e Tomic rispondono Fernandez e Reyes. La tuppa di Laso va negli spogliatoi con sei lunghezze di vantaggio 39-33. Sale la tensione ed aumentano gli errori. Si viaggia a punteggio basso, ma sono i blaugrana con l’ex Fortitudino Huertas a portarsi nuovamente avanti sul 51-48. proprio in chiusura del terzo quarto.  Marcelinho cerca l’allungo decisivo per la  volata finale con altri 5 punti, ma coach Laso riordina le idee ai suoi con un  puntuale time-out che blocca inoltre  il ritmo degli avversari. Il Real si riavvicina, poi con Jaycee Carrol Felipe Reyes trova la via per il nuovo e definitivo  sorpasso. Lorbek e Huertas non centrano il bersaglio dalla distanza e devono accontentarsi della finalina per il 3° posto. Risultato finale Real Madrid Batte Barcellona 74-67.

Barcellona- Real Madrid 67-74 (18-11, 33-39, 51-48)
Barcellona: Huertas 19, Navarro 9, Ingles 5, Lorbek 6, Tomic 18. (Sada, Abrines, Jasikevicius 6, Todorovic 2, Wallace 2, Rabaseda, Jawai). Coach: Pascual
Real Madrid: Llull 13, Fernandez 8, Suarez 6, Mirotic 6, Begic 4. (Draper ne, Reyes 17, Rodriguez 12, Hettsheimer ne, Carroll 2, Slaughter 6). Coach: Laso
 


Altre notizie - Europa
Altre notizie
 

RANKING MONDIALE, ITALIA CHE TONFO!

In un solo colpo giù di quindici posizioni: dal 21° al 36° che, nello sport globalizzato, è posizione da terzo mondo, con tutto il rispetto per quest'ultimo. Quello realizzato dall'Italia grazie alle aride cifre del post-World Cup è stato un t...

MARCUS WILLIAMS GIOCHERÀ CON I NUGGETS

I Nuggets hanno raggiunto un accordo su un contratto di un anno con il free agent Marcus Williams, secondo RealGM e...

ORLANDINA, PARLA GIANLUCA BASILE: «LA SALVEZZA? UN SUCCESSO. MENTALMENTE MI SENTO QUELLO DI DIECI ANNI FA»

Una carriere partita da Rivo di Puglia, passata per Reggio Emilia, Bologna (sponda Fortitudo), Barcellona, Cantù,...

I PROGRAMMI SULLA CARTA SONO SEMPRE IMPORTANTI......MA POI?

Alcune volte ho avuto il piacere di assistere, solo come spettatore, a delle Assemblee Generali Ordinarie per...

TRASOLINI AD AVELLINO "C'È FEELING IN UN ROSTER CHE PUNTA IN ALTO"

Terminato il ritiro di Folgaria la Sidigas e' tornata ad Avellino per continuare la preparazione. Oggi pomeriggio la...

JESI, DATI INCORAGGIANTI DALLA CAMPAGNA ABBONAMENTI E DEL "CLUB 6 CON NOI"

La campagna abbonamenti dell’Aurora basket ha toccato quota 335 tessere sottoscritte. Il trend, che ricalca quello...

SCAFATI: ARRIVA MALACHI LEONARD

La Givova Scafati Basket ha rafforzato il roster con l'aggiunta del power forward Malachi Leonard (23...

MENS SANA: RITIRATA LA MAGLIA DI ALBERTO CECCHERINI

Mens Sana 1871 è lieta di ricordare Alberto Ceccherini, personaggio-simbolo nell’affermazione della...

VIRTUS POZZUOLI, VERSO IL CAMPIONATO

Il conto alla rovescia è iniziato. Domenica la Virtus Pozzuoli debutterà nel girone H dell’edizione...

PASSALACQUA RAGUSA TERZA AL TORNEO “LILLI COIANA” DI CAGLIARI

Rientra oggi in sede la Passalacqua spedizioni Ragusa che, reduce dal torneo “Lilli Coiana” di Cagliari, è...
   Editore: Roberto Bernardini Norme sulla privacy