Giovedì 17 Aprile 2014
EUROPA
All Star Game 2014
Daily Network
© 2014
EUROPA

Eurolega, Final Four: l'Olympiacos torna in finale e ritrova il Real 18 anni dopo

Stessa finale del 1995 a Saragozza quando la competizione si chiamava ancora Eurobclub. Si ferma a Londra la marcia del Cska di Messina. I blancos battono i catalani grazie al maggior cinismo nel finale
10.05.2013 23:42 di Matteo Marrello  articolo letto 834 volte
Kyle Hines
Kyle Hines

Sarà Olympiacos-Real Madrid la finalissima di Eurolega 2013 alla O2 Arena di Londra.
I blancos vincono El Clasicoe tornano in finale dopo 18 anni dopo Saragozza ’95. Domenica prossima, come allora, si troveranno di fronte ancora l’Olympiacos Pireo che ha umiliato a sorpresa il CSKA Mosca.

Nella prima semifinale L’Olympiacos castiga ancora una volta il Cska Mosca nella riedizione della finalissima dello scorso anno mandando in soffitta i sogni di gloria di coach Ettore Messina e della sua armata che fino a questa semifinale era apparsa praticamente invincibile. E dire che l’avvio è tutto di marca russa con 5 punti di Weems ed i sigilli di Khryapa. I campioni in carica appaiono in difficoltà e fin dai primi minuti hanno Papanikolau, Powell e Spanoulis con problemi di falli. Dal cilindro ellenico però spunta fuori l’ex verolano Kyle Hynes che prende per mano i suoi ed insieme al siluro di Kostas Sloukas confeziona un vantaggio di 7 lunghezze dopo i primi 10 minuti (24-17) La gara viaggia tra alti e bassi errori da una parte e dall’altra, Il Cska ha in casa propria un ostacolo in più: l’ex di turno Milos Teodosic, (5 punti 1/5 da tre, 2/4 ai liberi, 1 assist, 2 palle perse) e si va all’intervallo lungo sul 40-28 per i Reds. Ci si aspetta la reazione della squadra di Messina ed invece è l’Olympiacos a volare verso la finale grazie ad una grinta che non concede canestri dal campo agli avversari nel terzo quarto, e ad un Hines indemoniato. I greci volano a +21 e diventano sempre più l’incubo dell’armata rossa. Il finale è 69-52 per gli uomini di coack Bartzokas che domenica cercheranno lo storico bis nella massima competizione continentale.

CSKA Mosca-Olympiacos 52-69 (17-24, 28-40, 36-53)
CSKA: Jackson 7, Teodosic 5, Weems 13, Khryapa 11, Kaun 7. (Micov 3, Krstic 2, Erceg 2, Voronov ne, Vorontsevich 2, Ponkrashov ne, Papaloukas). Coach: Messina
Olympiacos: Spanoulis 8, Law 6, Papanikolau 5, Printezis 6, Powell. (Hines 13, Antic 13, Perperoglou 8, Shermadini 5, Sloukas 5, Gecevicius ne, Katsivelis). Coach: Bartzokas

 

Nella sfida tutta spagnola sono i blaugrana di Pascual a cercare l’avvio bruciante con Tomic e Navarro (9-3). Il Real accorcia le distanze con Rudy Fernandez, ma i blaugrana controllano e portano a casa il primo quarto sul 18-11. Il match prende quota e le retine vengono mosse spesso su entrambi i fronti. Il Real macina gioco e mette la freccia. A Jasikevicius e Tomic rispondono Fernandez e Reyes. La tuppa di Laso va negli spogliatoi con sei lunghezze di vantaggio 39-33. Sale la tensione ed aumentano gli errori. Si viaggia a punteggio basso, ma sono i blaugrana con l’ex Fortitudino Huertas a portarsi nuovamente avanti sul 51-48. proprio in chiusura del terzo quarto.  Marcelinho cerca l’allungo decisivo per la  volata finale con altri 5 punti, ma coach Laso riordina le idee ai suoi con un  puntuale time-out che blocca inoltre  il ritmo degli avversari. Il Real si riavvicina, poi con Jaycee Carrol Felipe Reyes trova la via per il nuovo e definitivo  sorpasso. Lorbek e Huertas non centrano il bersaglio dalla distanza e devono accontentarsi della finalina per il 3° posto. Risultato finale Real Madrid Batte Barcellona 74-67.

Barcellona- Real Madrid 67-74 (18-11, 33-39, 51-48)
Barcellona: Huertas 19, Navarro 9, Ingles 5, Lorbek 6, Tomic 18. (Sada, Abrines, Jasikevicius 6, Todorovic 2, Wallace 2, Rabaseda, Jawai). Coach: Pascual
Real Madrid: Llull 13, Fernandez 8, Suarez 6, Mirotic 6, Begic 4. (Draper ne, Reyes 17, Rodriguez 12, Hettsheimer ne, Carroll 2, Slaughter 6). Coach: Laso
 


Altre notizie - Europa
Altre notizie
 

MA LE VERE STELLE SONO ITALIANE

Ci rende felici ogni vittoria della Nazionale, a qualsiasi livello e contro qualsiasi squadra giochi, e così il successo nell'All Star Game, che è tornato a ripetersi anche quest'anno ad Ancona (l'ultimo stop nel 2003, ma sul sito della Lega almeno fino ...

SAN ANTONIO LASCIA LA VITTORIA AI LAKERS E PENSA GIÀ AI MAVERICKS

Popovich lascia a riposo Duncan e Marco Belinelli per l'ultima gara stagionale prima dei playoff. Gli Spurs (62-20) in so...

DANIEL HACKETT «DEVO DIVENTARE IL MIGLIORE INSIEME A MILANO»

Se leader si nasce o si diventa a lui non importa. L’importante è raggiungere i propri obiettivi. Daniel Hackett...

DIENER, POLONARA, GENTILE E I CAMPIONI DEL BEKO ALL STAR GAME ALL'ASTA PER UNA BUONA CAUSA

Le maglie autografate dei campioni del Beko All Star Game, svoltosi ieri ad Ancona, vanno all'asta sulla piattaforma Char...

ROMA, HALIL KANACEVIC TESSERATO. SARÀ IN CAMPO A SASSARI

La Virtus Roma comunica attraverso il proprio profilo twitter che grazie alla collaborazione di AeroportidiRoma e dello staff...

SIGMA BARCELLONA, AMICHEVOLE CON LA NEOPROMOSSA AGRIGENTO A CEFALÙ

La Sigma Basket Barcellona comunica che, venerdì 18 aprile 2014, alle ore 17,15 al Palazzetto "Marzio Tricoli&quo...

PALL.MANTOVANA: ADECCO ALL STAR GAME 2014, IL PROGRAMMA

Comunicato stampa - ADECCO ALL STAR GAME 2014, I PARTECIPANTI AI CONCORSI: Lega Nazionale Pallacanestro e Pallacanestro Manto...

NELLA FASE AD OROLOGIO LA PRIMATISTA GIVOVA AFFRONTA SAN SEVERO

Dopo la prima fase, eccoci pronti con le 4 gare della fase ad orologio: tutte le squadre incontreranno tra le mura amiche le ...

LA MAMY.EU OLEGGIO PERDE L'IMBATTIBILITÀ CASALINGA ALL'ULTIMA GIORNATA CONTRO DESIO

Finisce con quest’ultima giornata la prima fase del campionato DNC. La Mamy.eu, neopromossa in DNB, chiude la stagione ...

RAGUSA PASSA A UMBERTIDE E RAGGIUNGE SCHIO IN FINALE

E’ finale. Una Passalacqua immensa, quella che ieri sera ha violato il Palamorandi di Umbertide ed ha portato a casa un...
   Editore: Roberto Bernardini Norme sulla privacy