Lunedì 28 Luglio 2014
EUROPA
Daily Network
© 2014
EUROPA

Eurolega, Final Four: l'Olympiacos torna in finale e ritrova il Real 18 anni dopo

Stessa finale del 1995 a Saragozza quando la competizione si chiamava ancora Eurobclub. Si ferma a Londra la marcia del Cska di Messina. I blancos battono i catalani grazie al maggior cinismo nel finale
10.05.2013 23:42 di Matteo Marrello  articolo letto 975 volte
Kyle Hines
Kyle Hines

Sarà Olympiacos-Real Madrid la finalissima di Eurolega 2013 alla O2 Arena di Londra.
I blancos vincono El Clasicoe tornano in finale dopo 18 anni dopo Saragozza ’95. Domenica prossima, come allora, si troveranno di fronte ancora l’Olympiacos Pireo che ha umiliato a sorpresa il CSKA Mosca.

Nella prima semifinale L’Olympiacos castiga ancora una volta il Cska Mosca nella riedizione della finalissima dello scorso anno mandando in soffitta i sogni di gloria di coach Ettore Messina e della sua armata che fino a questa semifinale era apparsa praticamente invincibile. E dire che l’avvio è tutto di marca russa con 5 punti di Weems ed i sigilli di Khryapa. I campioni in carica appaiono in difficoltà e fin dai primi minuti hanno Papanikolau, Powell e Spanoulis con problemi di falli. Dal cilindro ellenico però spunta fuori l’ex verolano Kyle Hynes che prende per mano i suoi ed insieme al siluro di Kostas Sloukas confeziona un vantaggio di 7 lunghezze dopo i primi 10 minuti (24-17) La gara viaggia tra alti e bassi errori da una parte e dall’altra, Il Cska ha in casa propria un ostacolo in più: l’ex di turno Milos Teodosic, (5 punti 1/5 da tre, 2/4 ai liberi, 1 assist, 2 palle perse) e si va all’intervallo lungo sul 40-28 per i Reds. Ci si aspetta la reazione della squadra di Messina ed invece è l’Olympiacos a volare verso la finale grazie ad una grinta che non concede canestri dal campo agli avversari nel terzo quarto, e ad un Hines indemoniato. I greci volano a +21 e diventano sempre più l’incubo dell’armata rossa. Il finale è 69-52 per gli uomini di coack Bartzokas che domenica cercheranno lo storico bis nella massima competizione continentale.

CSKA Mosca-Olympiacos 52-69 (17-24, 28-40, 36-53)
CSKA: Jackson 7, Teodosic 5, Weems 13, Khryapa 11, Kaun 7. (Micov 3, Krstic 2, Erceg 2, Voronov ne, Vorontsevich 2, Ponkrashov ne, Papaloukas). Coach: Messina
Olympiacos: Spanoulis 8, Law 6, Papanikolau 5, Printezis 6, Powell. (Hines 13, Antic 13, Perperoglou 8, Shermadini 5, Sloukas 5, Gecevicius ne, Katsivelis). Coach: Bartzokas

 

Nella sfida tutta spagnola sono i blaugrana di Pascual a cercare l’avvio bruciante con Tomic e Navarro (9-3). Il Real accorcia le distanze con Rudy Fernandez, ma i blaugrana controllano e portano a casa il primo quarto sul 18-11. Il match prende quota e le retine vengono mosse spesso su entrambi i fronti. Il Real macina gioco e mette la freccia. A Jasikevicius e Tomic rispondono Fernandez e Reyes. La tuppa di Laso va negli spogliatoi con sei lunghezze di vantaggio 39-33. Sale la tensione ed aumentano gli errori. Si viaggia a punteggio basso, ma sono i blaugrana con l’ex Fortitudino Huertas a portarsi nuovamente avanti sul 51-48. proprio in chiusura del terzo quarto.  Marcelinho cerca l’allungo decisivo per la  volata finale con altri 5 punti, ma coach Laso riordina le idee ai suoi con un  puntuale time-out che blocca inoltre  il ritmo degli avversari. Il Real si riavvicina, poi con Jaycee Carrol Felipe Reyes trova la via per il nuovo e definitivo  sorpasso. Lorbek e Huertas non centrano il bersaglio dalla distanza e devono accontentarsi della finalina per il 3° posto. Risultato finale Real Madrid Batte Barcellona 74-67.

Barcellona- Real Madrid 67-74 (18-11, 33-39, 51-48)
Barcellona: Huertas 19, Navarro 9, Ingles 5, Lorbek 6, Tomic 18. (Sada, Abrines, Jasikevicius 6, Todorovic 2, Wallace 2, Rabaseda, Jawai). Coach: Pascual
Real Madrid: Llull 13, Fernandez 8, Suarez 6, Mirotic 6, Begic 4. (Draper ne, Reyes 17, Rodriguez 12, Hettsheimer ne, Carroll 2, Slaughter 6). Coach: Laso
 


Altre notizie - Europa
Altre notizie
 

NUVOLE SULL'AZZURRO IN ATTESA DELL'ARCOBALENO

Vorrei fare delle considerazioni sulla vicenda. Pessima la gestione della comunicazione da parte di DH perché il suo post su FB non ha i toni confidenziali di chi scrive agli amici (e in ogni caso un personaggi pubblico dovrebbe usare la forma privata) ma neppure quelli...

LEBRON JAMES GIOCHERÀ DI NUOVO COL NUMERO 23 SULLA SCHIENA

La re-invenzione di LeBron James è quasi completa ora. Ritornando a casa e ritornando a indossare il numero...

REGGIANA, LE PRIME PAROLE DI DRAKE DIENER IN BIANCOROSSO: «HO TANTA FAME DI VITTORIE»

Raggiunto nella quiete di Fond du Lac in Wisconsin, dove lavora per mantenersi in forma, fa il papà quasi a tempo...

(L'ALTRA)PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO

Giorno 24 luglio: nella location di sala Buzzati è stato presentato il calendario del Campionato di Basket 2014/15...

CREMONA, UFFICIALE L'INGAGGIO DI DARRIUS GARRETT

Vanoli Basket Cremona comunica di aver raggiunto l’accordo per la stagione 2014-2015 con il giocatore americano Darrius...

L'AZZURRO BASKET NAPOLI VIAGGERÀ ANCORA CON RENAULT

L'Azzurro Napoli Basket comunica di aver rinnovato, anche per la prossima stagione sportiva, l'accordo di partnership...

LEGNANO, KRUBALLY È IL SECONDO USA

Finisce con un botto da ultimo dell'anno la campagna acquisti dei Knights che si assicurano per la prossima stagione...

LUISS ROMA, TRE ADDII ECCELLENTI

L’ASD LUISS comunica che i giocatoriAlessandro Di Pasquale, Marco Barletta e Francesco Semeraro non faranno parte...

MARCO CILLI TORNA ALLA GUIDA DELLA TIBER

La US Tiber Basket ha fatto la sua scelta: Marco Cilli sarà il nuovo allenatore della DNC. Dopo 5 anni di pausa per...

A1F: ACQUA&SAPONE UMBERTIDE, JACKI GEMELOS È LA NUOVA GUARDIA

Si coompleta il gruppo delle atlete straniere nell’organico di Acqua&Sapone Umbertide per la stagione 2014-15. Dopo...
   Editore: Roberto Bernardini Norme sulla privacy