EuroLeague - Strelnieks gela Madrid nel finale: l’Olympiacos batte il Real a domicilio

Il Real gestisce male l'ultima azione e si arrende: vince l'Olympiacos con 21 punti di Printezis. Decisivo il canestro di Strelnieks
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 319 volte
EuroLeague - Strelnieks gela Madrid nel finale: l’Olympiacos batte il Real a domicilio

Il big match della 22esima giornata di EuroLeague finisce 79-80 a favore di un Olympiacos corsaro sul parquet di Madrid. A decidere una partita combattuta e appassionante è il canestro di Strelnieks (11 punti e 7 assist) a 34 secondi dalla fine. Il lettone, dopo l’uno su due di Doncic (27 punti con 7/8 da due, 1/6 da tre e 10/15 dai liberi) dalla lunetta, infila anche il tiro libero del +1 che sancisce il risultato finale. Da non dimenticare, però, il contributo del solito Printezis (21 punti) nella seconda metà dell’ultimo quarto. Grazie a questo successo, i greci sono secondi con lo stesso record (15-7) del Fenerbahce. Terza sconfitta in quattro gare per un Real che sta iniziando a sentire il peso degli infortuni (Ayon, Fernandez, Kuzmic e Llull).

 

Stranamente, l’Olympiacos segna tanti punti nel primo tempo (45) grazie a una fluida circolazione di palla e ai rimbalzi d’attacco. Il primo quarto è equilibratissimo (20-21), ma i Reds scaldano la mano dall’arco e provano a prendere il largo nel secondo periodo con le triple di Wiltjer, Thompson e Strelnieks: 34-41 per gli ospiti a 4 minuti circa dall’intervallo. La truppa di coach Sfairopoulos, quindi, tocca anche il +8 e vola all’intervallo sopra 39-45.

Il Real inizia bene il terzo quarto e rientra immediatamente con la “bomba” di Thompkins e i 5 punti di Doncic. Da lì in poi il match torna ad essere tiratissimo e la penultima frazione termina 62-65 per i Reds (buzzer beater da tre di Wiltjer). Madrid, però, mette la testa avanti grazie a uno spettacolare avvio di quarto periodo: 9-0 di parziale con tre canestri di un ispirato Causeur. Poi Printezis accorcia a -3 (and-one), Spanoulis commette un fallo antisportivo e la partita subisce una svolta: Reyes fa 0/2 dalla linea, dà un calcetto al palla per la frustrazione e gli arbitri gli fischiano contro un tecnico. Quindi Strelnieks mette il libero, Printezis infila la tripla del +1 (4 minuti e 30 secondi dalla fine) e l’inerzia è dei greci. Nonostante la sanguinosa palla persa di Spanoulis con 1 minuto rimasto, Strelnieks gela tutta Madrid con il canestro in entrata che vale il +1, Doncic fa 1/2, Strelnieks anche e Doncic, nell’ultima azione, si innamora del pallone e scarica troppo tardi. Vince l’Olympiacos 79-80.