EuroLeague – Primo sorriso europeo per il Bamberg di coach Trinchieri e Hackett: espugnata Malaga

Partita equilibratissima in quel di Malaga. Vincono i tedeschi del Bamberg grazie a un ottimo quarto periodo
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 583 volte
EuroLeague – Primo sorriso europeo per il Bamberg di coach Trinchieri e Hackett: espugnata Malaga

Il Brose Bamberg (privo di Zisis) si dimentica per una sera del suo momento di crisi e conquista la prima vittoria in EuroLeague. A farne le spese sono i padroni di casa dell’Unicaja, attualmente undicesimi con un record di 1-2. La gara è molto equilibrata e subisce una svolta nella seconda metà dell’ultimo quarto, quando il Bamberg prova a scappare grazie a Hickman (18 punti e 3 rimbalzi), Rubit (15 punti e 6 rimbalzi offensivi) e Hackett (9 punti, 3 rimbalzi e 5 assist). Dopo la puntuale reazione di Malaga, però, il match viene risolto solo nel finale, con un ottimo Nedovic (26 punti) che sbaglia il canestro del potenziale pareggio. 76-60 il punteggio al termine dei 40 minuti.

 

Nel primo tempo regna l’equilibrio più totale. Malaga muove bene la palla, il Bamberg è aggressivo a rimbalzo e il quarto d’apertura termina sul 22-24 con 7 punti a testa di Hackett e Nedovic. Hickman, dopo cinque errori dall’arco, si sblocca all’inizio del secondo periodo e i tedeschi riescono a guadagnare due possessi di vantaggio. La reazione dell’Unicaja arriva grazie a un ottimo Nedovic (14 punti all’intervallo) che porta la situazione in parità, ma nel finale della frazione i ragazzi di coach Trinchieri guadagnano un po’ di terreno in seguito alla tripla di Staiger e al guizzo di Rubit. Gli spagnoli, all’intervallo, hanno 4 lunghezze da recuperare (35-39 il punteggio).

Nel terzo quarto c’è una piccola svolta, con Malaga che si presenta all’ultimo atto del match avanti 58-54. La gara rimane punto a punto fino a quando il Bamberg, dopo una tripla e un 2+1 di Hickman, tocca il massimo vantaggio (+7, 66-73 a 3 minuti e 40 dalla fine) grazie a 6 tiri liberi (4 di Rubit e 2 di Hickman) e al canestro in arresto e tiro di Hackett. I ragazzi di coach Trinchieri sembrano ormai lanciatissimi verso il successo, ma Malaga rientra subito a -2 sfruttando il talento di Brooks. Il finale è tutto da seguire. Staiger si alza dall'arco e Hickman commette il suo quinto fallo per mandare in lunetta Milosavljevic, che fa 3/3; i tedeschi rischiano grosso e perdono una palla sanguinosa, poi Augustine pareggia in semi-gancio e Rubit non trema dalla linea della carità (+2 Bamberg con 40 secondi sul cronometro). Infine, Nedovic non approfitta dello 0/2 di Radosevic e sbaglia, penetrando e subendo un forte colpo al volto, il potenziale colpo del pareggio. Finisce 76-80 per gli ospiti.