EuroLeague - Olimpia Milano in direzione Malaga, Pianigiani "Attenzione a rimbalzo"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 300 volte

Giusto il tempo di dormire sopra la vittoria contro il Baskonia che è già tempo di lavorare per la prossima sfida di EuroLeague che andrà in scena venerdì sera al Martin Carpena. L’Olimpia così si è ritrovata a mezzogiorno al Mediolanum Forum per preparare il viaggio a Malaga. Prima video e poi allenamento con attenzione alla parte atletica e poi alla tattica in vista della gara con Unicaja (5-8 in EuroLeague, 6-6 nella Liga). “L'Unicaja attraversa un buon momento, ha vinto a Barcellona e prima aveva vinto contro il Khimki. E’ una squadra che gioca con grande fiducia dopo aver vinto l’Eurocup dell’anno passato, è solida e soprattutto lo è in difesa dopo anni con lo stesso allenatore e lo stesso nucleo. Malaga ha taglia fisica e organizzazione, usa le tante braccia lunghe a disposizione per anticipare le linee di passaggio e generare palle recuperate. L’altra caratteristica è la sua forza a rimbalzo d’attacco dov’è terza assoluta in EuroLeague”, spiega Coach Simone Pianigiani.

 

 

 

Il Coach dell’Olimpia detta le regole per una grande partita: “Limitare le palle perse e le seconde chance che possono costruirsi con esse e a rimbalzo offensivo. Dovremo essere aggressivi e avere la faccia tosta di allungare la difesa come abbiamo fatto a tratti molto bene ad Atene. Non ci riufiuteremo di correre pur giocando in trasferta perché se lo facessimo rimarremmo soffocati dalla loro taglia e organizzazione”. La vittoria su Baskonia ha fornito indicazioni importanti: “Dovremo muovere la palla e distribuire le energie, avremo bisogno di qualcosa da tutti, con disponibilità e abnegazione. Se lo faremo potremo competere anche su un campo ostico e contro una squadra solida come Malaga. Sarebbe un segnale forte per la nostra squadra”, dice Pianigiani che traccia anche un primissimo bilancio della prima metà di stagione. “Abbiamo raccolto meno di quanto avremmo potuto e meritato ma se in queste ultime due gare ce la giocheremo alla pari allora lo avremmo fatto con tutti, tranne una volta, e sarebbe molto importante per la crescita del gruppo”.