EuroLeague - Olimpia a Madrid, le istruzioni di Simone Pianigiani

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 255 volte
EuroLeague - Olimpia a Madrid, le istruzioni di Simone Pianigiani

Riunione, allenamento e partenza per Madrid: questo il programma dell’Olimpia nel lunedì che mette in moto una settimana di grandi impegni, il primo dei quali è contro il Real, reduce dalla vittoria in EuroLeague sul CSKA Mosca e poi nella Liga contro Malaga a dispetto delle assenze di Ognjen Kuzmic e soprattutto di Anthony Randolph. Così il Coach Simone Pianigiani inquadra la partita: “E’ la terza gara consecutiva contro una contendente per il titolo ed è una squadra che nonostante le assenze ha il talento e gli esterni per non risentirne, anche numericamente. Anzi, con una rotazione meno estesa tra i lunghi avrà la possibilità di variare assetto scegliendo tra uno tradizionale, con Felipe Reyes da 4, e uno più piccolo con Dino Radoncic o magari anche Maciulis. In casa loro per avere una chance di restare aggrappato alla partita è fondamentale non permettergli di decidere il ritmo o alzare il passo della gara perché contro giocatori creativi come Campazzo o Doncic puoi perdere facilmente la bussola e se succede non hai scampo. Sotto questo aspetto è l’avversario più difficile”. Il Real Madrid domenica ha battuto l’Unicaja Malaga 99-85 con 29 punti in 30 minuti di Jaycee Carroll. “Malaga ha una delle difese migliori d’Europa ma il Rael ha segnato lo stesso 99 punti. E Malaga aveva tenuto il Fenerbahce sotto i 70. Dovremo difendere forte partendo da un attacco che limiti al massimo il numero di palle perse e il loro gioco in transizione. Dopodiché dovremo essere solidi nei primi 10 secondi del possesso. Loro hanno talmente tante soluzioni da poter segnare anche verso la fine ma se trovano burro fin dall’inizio diventa impossibile. Quello che vogliamo fare è restare aggrappati alla partita eseguendo il piano, coscienti che questo ci migliorerà”.