EuroLeague - Avanza Gudaitis come simbolo di una Olimpia arrembante (ore 20:45 Barcellona)

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 436 volte

Senza un attimo di tregua come prevede il copione delle settimane di EuroLeague con due partite in tre giorni, l’Olimpia è rientrata da Madrid nella mattina di mercoledì e si è allenata in serata in vista dell’attesissima sfida al Barcellona, in programma giovedì 26 ottobre alle 21, al Mediolanum Forum. Arturas Gudaitis è rientrato con le stimmate di nuovo punto di riferimento della squadra, grazie al 9/9 realizzato in campo e all'energia che ha messo l'ultimo arrivato nel roster. Proprio quella che il coach Simone Pianigiani chiede alla squadra per stasera: “Giochiamo contro un’altra squadra del massimo livello ma queste partite che si giocano a 48 ore dalle precedenti, con un viaggio in mezzo, con una preparazione sommaria, sono imprevedibili. Noi la affrontiamo con una pelle diversa: siamo usciti dai primi tre scontri con tanti complimenti ma zero punti. Questa volta vorremmo essere magari anche meno fluidi ma più ruvidi, vorremmo giocare una partita tutta grinta ed energia, coinvolgendo anche il nostro pubblico. E’ davvero importante averlo con noi, che faccia sentire la su presenza”.

Il Barcellona è reduce dalla sconfitta interna inattesa contro lo Zalgiris e contando il campionato ha perso le ultime tre gare. “Come noi – dice Pianigiani – anche loro hanno cambiato molto e hanno un nuovo allenatore. Considerato il momento giocheranno una partita di forte motivazione, mi aspetto una gara molto più ruvida delle altre tre. Noi dovremo essere rispetto alle altre gare magari più brutti e cattivi nel pretendere di portare a casa la vittoria. Non siamo in quella fase della stagione in cui le partite sono decisive ma vincere oggi dopo tanti complimenti farebbe bene al morale, visto che stanno per arrivare gli scontri con squadre della nostra fascia e vorremmo arrivarci con qualcosa in mano, soprattutto ottenere una vittoria davanti al nostro pubblico, insieme al nostro pubblico, oltre la stanchezza e i tanti acciacchi che condizioneranno il nostro piano partita. Il Barcellona può allargare il campo con i suoi tiratori e ha centri che sanno tirare anche dai cinque metri. Non c’è altra ricetta che quella di affrontarli con grande energia per tutti i 40 minuti”.

L’Olimpia arriva a questa partita con il primato in EuroLeague nel tiro da tre, ma il Barcellona è primo nel tiro da due, Gudaitis e Seraphin sono statistiche alla mano tra i primi centri più efficaci della competizione, mentre Thomas Heurtel è il migliore negli assist (Jordan Theodore è terzo). “Hanno giocatori molto creativi – dice Arturas Gudaitis che oltre a Seraphin troverà sulla sua strada un giocatore espertissimo come Ante Tomic – soprattutto dalle situazioni di pick and roll, poi come tutte le squadre spagnole sono fortissimi in contropiede e quindi sarà ancora importante limitare le palle perse e controllare i rimbalzi. Dobbiamo migliorare in tutto per vincere, soprattutto in difesa”.