LIVE Eurocup: la Trento in versione europea non tradisce, Villeurbanne è ko

 di Lorenzo Belli  articolo letto 863 volte
Shields
Shields

Il ritorno sperato sul palcoscenico europeo per la Dolomiti Energia che dopo una partenza difficile mette la freccia e conduce sino alla fine una gara intensa contro un Asvel a tratti confusionario ma mai domo; la gara dei ragazzi di Buscaglia vive su vari protagonisti: inizia Sutton (13), prosegue un dominante Behanan (19) e la chiude una fiammata di Shields (13) mentre l'unica costante è un Flaccadori che abbina qualità (11 e 7 rimbalzi) ad una personalità sempre più importante; vittoria prestigiosa per approntare al meglio questa nuova stagione in campo continentale

 

LA CRONACA LIVE: Dalla sfortunata semifinale contro lo Strasburgo a l'esordio con l'Asvel Villeurbanne, è l'incrocio con una squadra francese il filo conduttore di Trento che torna protagonista in 7Days Eurocup dopo la pausa 'forzata' dello scorso anno; avversaria di nome e gran prestigio (ben 17 i titoli in bacheca per i francesi) che hanno come proprietario nientemeno che la leggenda degli Spurs Tony Parker. 

Arbitrano Vyklicky, Vojinovic e Van den Broek, i quintetti iniziali sono composti da Forray, Shields, Sutton, Gomes e Behanan per la Dolomiti Energia mentre l'Asvel affida la replica a Roberson, Slaughter, Kahudi, Noua e Watkins

Il capitano francese Kahudi apre con un gioco da tre punti la contesa che nelle prime schermaglie è a tinte biancoverdi (2-8), Sutton e Behanan a suon di schiacciate sbloccano la Dolomiti Energia che poi con una magata di Forray sorpassa (12-10); ritmi alti, Sutton si esalta e Jackson deve chiamare minuto per spezzare l'inerzia (18-12). Nelson dalla lunetta spezza l'empasse degli ospiti che si rimettono in scia ma i liberi di Gomes e Flaccadori premiano Trento che al 10' comanda 25-18

Polveri bagnate e scelte frenetiche ad inizio secondo parziale poi Harper e Roberson provano a sbloccare un Asvel ben soffocato dalla tentacolare difesa trentina, la tripla di Franke sembra scacciare i propositi di rimonta francese ma qualcosa si è incrinato e Buscaglia chiama time out (28-26); schiaccia Behanan e nuova conclusione dai 6,75 di Franke e a fermare il gioco è coach Jackson (33-26) quando si è arrivati al giro di boa della frazione. La Dolomiti Energia mette le marce alte e con i voli sopra il ferro di Behanan ritocca il massimo vantaggio (40-28), Lighty prova a fare l'ex ingrato replica Behanan che colpisce pure da fuori contro il gigantesco Watkins e mantiene le distanze ma nulla può su l'ultimo sprint francese che con il buzzer beater da tre punti di Harper sancisce che negli spogliatoi si entra con solo 5 lunghezze di differenza: 46-41 

Behanan a quota 15 punti è il grande protagonista della prima parte di gara con Sutton (11), Villeurbanne manda a referto praticamente tutti - 9 su 10 hanno segnato almeno un punto - ma non ha l'uomo di riferimento, Lighty (8) l'unica individualità leggermente sopra la media

Terza penalità per Sutton dopo una manciata di secondi, quindi un antisportivo contro Slaughter consente a Filloy e Flaccadori un mini break (50-41) con Jackson che prova a pescare dalla panchina sperando di trovare l'alchimia giusta per ribaltare l'inerzia; Baldi Rossi in questo periodo ha un impatto importante ma degli errori clamorosi di Franke impediscono all'Aquila di spiccare il volo in maniera decisa (57-47). Dopo un time out l'Asvel tenta con gli ex avellinesi Nelson e Harper di riprendersi ma il terzo quarto è quello di Baldi Rossi (tripla ed 8o punto) con Franke che riscatta insaccando il buzzer beater che al 30' fa recitare un incoraggiante 64-52 per i ragazzi di Buscaglia 

Lang, Lighty e Kahudi per il 0-8 che ci toglie ogni dubbio: la gara è ben lontana da essere sotto controllo (64-60 -8'08") a cui bisogna aggiungere il quarto fallo di Sutton; la Dolomiti Energia è in rottura prolungata e ringrazia un ingenuo Kahudi che si fa fischiare un tecnico che sblocca Forray e compagni in grado, faticosamente, di riprendersi qualche possesso di vantaggio grazie a Flaccadori (70-64 -5'28"). Shields si 'presenta' prima che la gara finisca con una fiammata che sembra indirizzare definitivamente il match (81-69 -2'30"), l'ultimo disperato assalto transalpino viene cancellato da una schiacciata in traffico da Flaccadori. Risultato finale 85-75, bentornata in Europa Trento!