EuroCup Women - Reyer Venezia batte Brno, resta imbattuta e prima nel suo girone

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 138 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Williams (12 punti)
Williams (12 punti)

Procede senza intoppi la marcia dell’Umana Reyer che, nella terza gara di Eurocup, ha ragione delle ceche guidate da David Zdenek consolidando il primato nella classifica del proprio girone.
Coach Liberalotto schiera nello starting five Carangelo, Kacerik, Bestagno, Walker e De Pretto.
La partenza delle lagunari è perentoria con Walker che capitalizza la prima azione d’attacco. Per Carangelo 1/2 ai liberi e veneziane sul 3 a 0. Movimento plastico di De Pretto che si incunea nel pitturato avversario per il 5 a 0 dopo meno di due minuti. La linea della carità premia Angelova che riduce lo svantaggio ma Bestagno da sotto riallunga. Burgrova mette a segno il primo canestro su azione per le biancoverdi. Brno insiste nelle soluzioni dalla lunga distanza senza grandi risultati (1/13 la percentuale da oltre l’arco a metà gara e 4/20 al termine). Bestagno porta Venezia sul 9 a 4 e sempre lei firma il break del +7 (11-4 a-6,09). Il time out ceco non modifica l’inerzia della gara e Walker si esibisce in una stoppata su Lancova che infiamma gli spalti. Dopo il canestro in appoggio di Carangelo, primi cambi per l’Umana con Dotto e Ruzickova che subentrano a Carangelo e Bestagno. Il vantaggio in doppia cifra viene siglato da Walker che si ripete subito dopo per il 17 a 5 a-2,27. Anche Williams fa il suo ingresso sul parquet mentre Ruzickova si iscrive a referto al secondo tentativo. Satoranska con due tiri liberi sblocca l’asfittico attacco ceco e il quarto si chiude sul 23 a 7.
Il mini intervallo consente alle ospiti di riordinare le idee e Angelova e Kopecka tentano di ricucire lo strappo creatosi. La bionda vicecapitana orogranata sfrutta al meglio il piede perno e ben coadiuvata da Williams scava un ulteriore solco.
Angelova “finalmente” trova il bersaglio dai 6,75 e la partita sale di tono grazie ad una serie di botta e risposta tra i due fronti.
Micovic sfrutta l’assist di Dotto e Williams da prova di quali possano essere le sue potenzialità. Liberalotto getta sul campo anche Togliani e Madera. Proprio Madera, che appena entrata “scrosta” la vernice del parquet veneziano con due tuffi consecutivi sulla linea di metà campo, trova sotto misura il canestro del 37 a 20 e subito dopo la tripla del 40 a 22 a novanta secondi dall’intervallo lungo.
Brno si carica di falli nel tentativo di arginare con ogni mezzo le lunghe lagunari facendosi fischiare anche un antisportivo in chiusura di frazione. Il gioco a due tra Ruzickova e Micovic è da manuale e manda le squadre negli spogliatoi sul 48 a 24.
Williams apre il terzo periodo con una bomba mentre si inasprisce la lotta sotto i cristalli. Bestagno infila a sua volta una tripla allo scadere dei 24 secondi (54-28 a-7,10) e De Pretto dalla lunetta “doppia” ancora una volta Brno.
Le ceche alzano il loro livello agonistico e il gioco in questa fase è piuttosto confuso. Williams ha una facilità di tiro “impressionante” e dai 6,75 non perdona. Anche le ragazze del Brno aggiustano la mira dalla lunga distanza e “rosicchiano” qualche punto. Inevitabilmente, in virtù dell’ampio scarto, le difese concedono qualche corridoio di troppo ma oramai l’Umana è padrona della situazione.
Ritornano in campo Togliani e Madera negli ultimi 10′ e ancora Madera trova la conclusione dai 6,75 mettendo a segno il suo ottavo punto della serata. In vista del derby di domenica a San Martino di Lupari, le lagunari dosano le loro energie anche se il loro coach ha distribuito equamente il minutaggio tra tutte le sue giocatrici. La mano di “faccia tosta” Anna Togliani non trema da oltre l’arco e la Reyer mette a segno il suo 71.mo punto.
Le ceche sono encomiabili nel mantenere orgogliosamente alta la concentrazione e l’intensità a dispetto del divario anche se non ci sono margini per un recupero. Gli ultimi secondi scorrono velocemente e le ceche devono accontentarsi di mettere a segno l’ultimo canestro con una tripla sul buzzer finale. (s.v.)

UMANA REYER VENEZIA – KP BRNO 83-52 (23-7; 48-24; 63-40)

Umana Reyer Venezia: Micovic 9, Bestagno 9, Carangelo 5, Kacerik 2, Williams 12, De Pretto 8, Sandri, Ruzickova 12, Dotto 7, Madera 10, Togliani 3, Walker 6

KP Brno: Andelova 9, Kopecka 6, Lancova 5, Jandova 2, Burgrova 4, Verlikova 7, Satoranska 4, Sujanova 12, Berankova n.e., Holubova 3

Note: Totali di squadra Umana Reyer Venezia: tiri da 2 22/42, tiri da 3 8/19, t.l. 15/19, rimb. dif. 29, rimb. off. 14, p.p. 16, p.r. 12, assist 20 - KP Brno: tiri da 2 13/34, tiri da 3 4/20, t.l. 14/17, rimb. dif. 17, rimb. off. 10, p.p. 19, p.r. 8, assist 13