EuroCup Women - Reyer Venezia a tutta birra anche in Baviera

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 268 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Williams (11 punti)
Williams (11 punti)

L’Umana Reyer sfata la “cabala” e vendica la sconfitta subita nel 2015, aggiudicandosi meritatamente questo secondo incontro di Eurocup, pur orfana di Kacerik e con Williams all’esordio in maglia orogranata, dando una prova di grande forza e compattezza nell’arena della Badria Halle.
Coach Liberalotto mette in campo lo stesso starting five messo in campo con Schio. La cronaca: prima palla a due a favore di Bestagno ma è il centro Usa Rebecca Tobin ad aprire le danze imitata da Holopainen cui replica immediatamente De Pretto in lay-up. Ruzickova si vede fischiare 2 falli nello spazio di pochi secondi ma questa notizia alquanto preoccupante viene compensata dalla tripla di Carangelo che porta in vantaggio le lagunari (4-5 a-6,58). Botta e risposta Palmer/Ruzickova e primi cambi per entrambe le formazioni. Ancora Palmer per un nuovo vantaggio ma Bestagno non ci sta e riporta avanti di un’incollatura l’Umana (8-9 a -4,55). Ancora Martina Bestagno in evidenza sfruttando l’assist di Carangelo. Galliou riavvicina Wasserburg ad un solo possesso e Palmer dalla linea della carità porta Wasserburg sul punteggio di 11 a 12. Entra Williams ma subito dopo Okockyte trova la parità assoluta. Il ritmo è altissimo su entrambi i fronti e le difese individuali sono al limite di quanto consentito dal regolamento. La lotta sotto i cristalli diventa incandescente e le due squadre continuano il loro duello punto a punto. La neo arrivata statunitense di sponda veneziana straccia la retina tedesca chiudendo il primo periodo sul 14 a 16.
Iniziano bene le teutoniche impattando in apertura di frazione. Dotto tiene a distanza le avversarie mettendosi in evidenza con due canestri che valgono il +5 (16-21 a -7,32) e costringendo coach Eichler ad un immediato time out.
Ritorna in campo Carangelo per Williams. Rebecca Tobin capitalizza un rimbalzo offensivo ma la Reyer è concentratissima e Micovic dai 6,75 firma il 18-24.
A sei minuti dal buzzer parziale, Andrea Liberalotto getta nella mischia Madera. La lettone Audere insacca dai 6,75 e riaccende l’entusiasmo del folto pubblico presente (21-26 a-5,39). La play di Maddaloni sa essere glaciale ai tiri liberi e allunga ulteriormente. Bestagno conferma le sue doti offensive e la Reyer “vola” sul +9. Wasserburg “brucia” il suo secondo time out nel tentativo di placare la furia orogranata. Il vantaggio va in doppia cifra grazie a Carangelo che mette a segno entrambi i liberi concessi. Tobin trova due punti importanti per il morale dei propri colori e questa volta è il coach lagunare a rifugiarsi nel minuto di sospensione.
Rientra Williams ma l’inerzia sembra essere leggermente cambiata a favore di Wasserburg che tenta il pressing a tutto campo trovando una tripla con Holopainen. Pronta la risposta di Madera e Williams che riportano sul +10 Venezia. Susseguirsi di cambi per Wasserburg alla ricerca di un equilibrio che consenta di far fronte ad un’Umana Reyer determinatissima che sa esprimersi al meglio in difesa limitando le temibili tiratrici avversarie. De Pretto è implacabile ma è Holopainen a mettere a segno il canestro che manda le squadre negli spogliatoi sul 28 a 38. Da evidenziare come a metà gara tutte le 11 atlete orogranata siano scese sul parquet.
Il rientro in campo è caratterizzato da una fase confusa in cui si registrano numerose palle perse su entrambi i fronti. Le tedesche sembrano essere maggiormente a proprio agio nel gioco “fisico” nonostante l’Umana ribatta colpo su colpo. Palmer, ancora lei, muove il punteggio per i propri colori e, grazie anche a Okockyte, Wasserburg si riavvicina. E’ sempre Palmer a dimostrare la propria leadership realizzando in un momento critico per la propria squadra altri due punti che valgono il 34 a 38. Dopo quattro minuti l’attacco reyerino è ancora all’asciutto e Deura si porta pericolosamente sul -2. L’Umana finalmente si sblocca con Walker che trova in due occasioni il fondo della retina e ristabilisce le distanze (36-44 a-3,33). L’azione “a due” tra Walker e Bestagno riallontana sul +10 Venezia. Sempre Walker protagonista con una tripla, una stoppata e ulteriori 2 punti in contropiede (36-51 a-1,43). La lunetta consente a Williams di incrementare il vantaggio. Palmer non si da per vinta ben assecondata da Deura e, in un battito di ciglia, aiutata anche da qualche piccola disattenzione difensiva, trascina Wasserburg sul 42 a 53. Tobin va a bersaglio sul filo della sirena ed è il 44 a 53 che riaccende le speranze delle alemanne.
Inizia bene la seconda frazione la finnica Holopainen ma la Reyer è sul pezzo e De Pretto “contraccambia” conquistandosi un fallo antisportivo e dimostrandosi precisa ai liberi. Walker commette due falli in rapida successione su Galliou e lascia il posto a Bestagno. Ancora De Pretto non perdona dalla linea di tiro libero riportando l’Umana sul +11 (46-57 a-6,51). A Galliou replica nuovamente De Pretto, determinante in questa fase del match, ben servita da Ruzickova. La penetrazione di Dotto è efficace e vale il 48-61 a poco più di quattro minuti. Susseguirsi di cambi per entrambe le squadre. Zaplatova è precisa ma Williams dai 6,75 non sbaglia. Botta e risposta tra le contendenti ma si respira nell’aria come la Reyer non sia disposta a cedere un centimetro sul legno avversario.
Nonostante a 87 secondi dal termine il punteggio sia sul 54 a 68, Okockyte ci crede ancora e tenta di ricucire. Williams commette un fallo antisportivo ma Okockyte non sfrutta l’opportunità fallendo entrambi i liberi. E’ Palmer, a suggello di una prova maiuscola, a mettere a segno un ultimo canestro che non può modificare l’esito della partita. Una Reyer indomabile rientra da Wasserburg con una vittoria di prestigio e mantenendo la propria imbattibilità stagionale.

TSV 1880 WASSERBURG – UMANA REYER VENEZIA 58-68 (14-16; 28-38; 44-53)

TSV 1880 Wasserburg: Pocksteiner n.e., Palmer 15, Deura 4, Okockyte 7, Zaplatova 2, Perner n.e., Holopainen 9, Audere 3, Tobin 12, Galliou 6

Umana Reyer Venezia: Micovic 3, Bestagno 10, Carangelo 10, Williams 11, De Pretto 8, Sandri, Ruzickova 3, Dotto 8, Madera 4, Togliani, Walker 11

Totali di squadra:
TSV 1880 Wasserburg: tiri da 2 23/44, tiri da 3 2/10, t.l. 6/10, rimb. dif. 21, rimb. off. 5, p.p. 16, p.r. 9, assist 9
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 18/43, tiri da 3 6/14, t.l. 14/17, rimb. dif. 23, rimb. off. 14, p.p. 18, p.r. 6, assist 9