EUROCUP - Torino cade a Kazan

 di Pietro Battaglia  articolo letto 400 volte
EUROCUP - Torino cade a Kazan

L’Auxilium cade a Kazan e per la seconda volta consecutiva perde in EuroCup. I gialloblù concedono davvero troppo ai russi che all’intervallo hanno già segnato 59 punti e alla fine della terza frazione addirittura 86. Il finale 101-93, però, non è troppo severo grazie ai dodici punti recuperati nel garbage time dai piemontesi.

La partita

Si segna molto sin dall’avvio. L’Uniks scappa sul 9-2 grazie alle vecchie conoscenze del campionato italiano Lockett ed Ejim. L’Auxilium, però, risponde per le rime e scrive 11-9. Si prosegue a contatto, poi Patterson sbaglia il canestro del 16-16, mentre dall’altra parte Lasme impazza con l’ennesimo 2+1: 19-14. I padroni di casa, così, provano ad allungare (28-22), ma gli ospiti chiudono solo a meno quattro la prima frazione: 28-24.

La Fiat spreca qualche tiro ben costruito in avvio di secondo quarto, ma Smith non perdona: 35-28. La difesa italiana continua infatti a fare acqua e Banchi ferma tutto di lì a poco sul 37-30. Ci prova Poeta a risollevare le sorti gialloblù, ma sull’asse Colom-Lasme la forbuce si apre inesorabilmente: 52-39. Manca ancora un minuto alla pausa lunga e l’Unikz lo sfrutta a pieno bruciando la sirena per il punteggio dal sapore oltre oceanico che campeggia all’intervallo sul tabellone: 59-47.

Si torna in campo e Kazan continua a segnare sempre; Colom resta sulla scena e scrive il massimo vantaggio russo sul 67-52. L’Uniks continua a respingere gli assalti avversari fino al 74-42, poi il tiro dalla lunga distanza sorride per qualche minuto alla formazione torinese. Patterson riapre la sfida facendo saltare in piedi la panchina ospite sul 74-68! Kazan, però, non sta a guardare e defibrillata da Colom piazza un parziale di 12-1 che chiude il match: 86-69 al trentesimo.

La Fiat rischia di affondare e scivola sempre più lontano. Okeke segna il -15 (90-75), ma i russi sono in orbita e addormentano la partita senza rinunciare a rapide incursioni: 98-78. Banchi ferma tutto per provare a ridurre il passivo in vista del ritorno. In effetti qualche frutto arriva e i gialloblù escono sconfitti su un tutto sommato non negativo (visto l’andamento del match) 101-83.

Ora per l’Auxilium arrivano tre partite in sette giorni in casa con Cremona, Zagabria e Cantù.

Torino: Garrett 16, Parente ne, Vujacic 15, Poeta 8, Stephens ne, Patterson 23, Washington 8, Mbakwe 13, Iannuzzi 3, Mazzola 4, Jones, Okeke 3; all. Banchi
Kazan: Ejim 5, Ponkrashov 12, Colom 26, Shukhovtcov ne, Lasme 24, Meiers 4, Smith 17, Trushkin 7, Bille ne, Lockett 6, Sergeev, Andusic; all. Dimitrios