EuroCup - La Dolomiti Energia difende il PalaTrento dall'assalto dell'Ulm

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 180 volte
EuroCup - La Dolomiti Energia difende il PalaTrento dall'assalto dell'Ulm

Un primo tempo da sogno per la Dolomiti Energia Trento di coach Buscaglia che vuole ottenere una vittoria convincente in un periodo abbastanza complesso per tutta la squadra. L'Aquila domina a lungo, rischia qualcosa nel finale, ma si regala due punti fondamentali per proseguire nel cammino europeo. L'avversaria di turno, scesa al PalaTrento, è la forte e compassata ratiopharm Ulm; la partita si sviluppa in 40’ di pallacanestro intensa ed emozionante, segnati dal grande avvio dei bianconeri ispirato da un ottimo Diego Flaccadori (20 punti e 6 assist) e da una ripresa più sofferta in cui i padroni di casa si sono affidati alla propria difesa, con Oj Silins (3 stoppate) a fare la voce grossa in area. Vittoria cruciale per la Dolomiti Energia, che aggancia proprio Ulm e ASVEL a quota 2 vittorie e 3 sconfitte, con Gran Canaria, Tofas Bursa e Zenit a condurre il girone D con 3 vittorie e 2 sconfitte. Sabato al PalaTrento arriverà Milano (biglietti online a questo link), l’occasione giusta per verificare i passi avanti di una squadra ancora in fase di costruzione ma che ha regalato sprazzi di ottima pallacanestro.

L’inedito quintetto di coach Buscaglia, con Silins e Sutton da “lunghi”, parte immediatamente con il passo giusto: sono 5 punti in fila di Flaccadori a creare il primo break della partita, che diventa rapidamente un 11-0 di parziale grazie ai canestri dall’arco di Silins e Gomes e ad una penetrazione di forza di Sutton (17-4). La Dolomiti Energia lavora bene in difesa e trova punti in transizione: Ulm prova a contenere i padroni di casa con un paio di bei canestri di Thompson, ma i bianconeri grazie alle stoccate di capitan Forray e di Behanan chiudono il quarto con il massimo vantaggio dei primi 10’ (25-10). I tedeschi cominciano il secondo quarto con un piglio diverso costringendo Buscaglia al timeout dopo pochi istanti di gioco, ma è di nuovo una tripla di Flaccadori ad aprire una fiammata bianconera alimentata dal canestro di Gomes da sotto e da una “bomba” firmata da Baldi Rossi (33-15). Il “Flacca” continua il suo show personale colpendo ancora dall’arco e poi appoggiando al tabellone al termine di uno slalom in area: arrivato a quota 13 con un perfetto 5/5 dal campo, il numero 12 trova anche il modo di mettere in ritmo per canestri agevoli prima Gutiérrez (layup al ferro) e poi Silins, a segno dall’arco con la settima tripla della serata dei bianconeri. Nel frattempo la difesa dei trentini continua a fare la differenza, così il punteggio dopo i primi 20’ recita 49-25 in favore dei padroni di casa.

I tedeschi non mollano, e tornano sotto anche di 16 lunghezze: sono i punti di Gutiérrez e le giocate di uno scatenato Silins (due stoppate clamorose e una bella tripla dall’angolo) a ricacciare lontano il Ratiopharm, tornando ad aggiornare il massimo vantaggio della partita (+25 sul 64-49). Ulm chiude forte il quarto (0-8 ispirato da Murry) e quando mette paura ai tifosi del PalaTrento tornando anche a -12 è ancora una volta Flaccadori, con un fantastico gioco da 4 punti, il primo a reagire (69-53). I padroni di casa però continuano a faticare in attacco: le palle perse dei bianconeri aumentano, Ulm ne approfitta e continua ad avvicinarsi (71-61 a 4’ dalla fine). Trento tiene le redini dell’incontro anche grazie a una tripla di Gomes e chiude i conti con un paio di preziosi recuperi difensivi: finisce 77-66.