With or without you? parte seconda - adesso non sparate sul pianista

 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 1329 volte
With or without you? parte seconda - adesso non sparate sul pianista

La differenza tra i 78 punti a Cantù dell'Olimpia Milano e dei 72 a Reggio di domenica sera sta tutta nel diverso peso che la presenza o meno di Alessandro Gentile ha sulla squadra. Un problema non indifferente, come è vero che nella valutazione +/- il capitano dell'EA7 sia l'unico del roster in doppia cifra positiva, 11. L'individualità è (meritatatmente) salva mentre il collettivo sparisce nell'anonimato e nella sconfitta, una storia già vista. Una storia che non può non inficiare uno spogliatoio, basta avere avuto una qualsiasi esperienza agonistica a qualsiasi livello per rendersene conto.

E' capitato anche nella prima parte della stagione alla Montepaschi di Marco Crespi due stagioni or sono. Volutamente Hackett-centrica, esaltava le doti statistiche del leader mentre la squadra perdeva su tutti i fronti - compresa la penosa regular season fiorentina. Dopo la cessione di Hackett per un MarQuez Haynes scaricato da Proli senza se e senza ma, la nascita di una corazzata che perse l'ottavo scudetto consecutivo per una palla scuffiata dal ferro, davanti ai nostri occhi, trepidamente seduti sulla terrazzina della stampa. Meditate gente, meditate.

Alla Dinamo Stefano Sardara ha fatto sapere che a giugno lascerà. L'incarico di Consigliere Federale è arrivato al momento opportuno? Anche se il pubblico di Sassari è meraviglioso il cliente non ha sempre ragione, nè si poteva pretendere che l'arrivo di Marco Calvani risolvesse in dieci giorni tutti i problemi. Per quello ci sarebbe voluto un miracolo - e non ci risulta Sardara sia attrezzato - o Mago Zurlì.

La musica deve continuare per cui non sparate sul pianista. Nel Far West c'era un cartello apposito... A gennaio Milano e Sassari torneranno a essere protagoniste di una stagione ancora lunga, dove i verdetti sono lungi da essere definiti e l'Eurocup una coppa da vincere per il bene di tutto il basket italiano. Lunedì due partite per completare l'undicesima giornata che non cambieranno la sostanza della classifica.

Prima di salutarci, un piccolo pensiero di ringraziamento va a Fabio Corbani. Il 30 novembre avevamo scritto (effetto Gerasimenko su Il Caso) che Cantù "sembra adesso in grado di ribaltare le certezze che diversi coltivavano di qualificarsi per le Final Eight di Coppa Italia". Cinque giorni dopo l'Acquavitasnella sbanca Venezia: non sparate sul pianista. E meditate...sarà un inverno lungo.