Lega A - Viva il Re (Giorgio Armani) gli altri … lasciamo perdere di Carlo Fabbricatore

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 3707 volte
Lega A - Viva il Re (Giorgio Armani) gli altri … lasciamo perdere di Carlo Fabbricatore

L’EA7 vince il titolo rispettando il pronostico: nessuno avrebbe scommesso un caffè sulla vittoria di un altro club. La migliore organizzazione societaria, le maggiori risorse economiche, … what else? L’Armani ha il grande pregio di avere portato 12.000 spettatori a quasi tutte le partite, nessuna società italiana si avvicina a una realtà numerica di questo genere. Adesso la squadra deve fare il salto di qualità in Euroleague, casa naturale di una eccellenza come il gruppo Armani.

I giocatori passano, i club restano: mai la massima di Rubini è stata più attuale. Qualcuno dovrebbe memorizzare per bene il detto di uno dei padri dell’Olimpia.

La Federazione e la Lega hanno avuto una gestione esilarante del calendario dei play off. Il “colpevole” di tale nefandezza dovrebbe dare le dimissioni. L’evento play off  non ha avuto nessuna visibilità e i dati di ascolto, semplicemente ridicoli, sono quelli di uno sport di secondo piano. Mettersi in concomitanza con la nazionale di calcio è stato il massimo del marketing. Lega batti un colpo se ci sei!

La Federazione ha invitato, a fronte dell’estromissione dal campionato, i club a non aderire al consorzio di Euroleague. La federazione dovrebbe lavorare sui giovani e sulla diffusione del gioco piuttosto che entrare nelle logiche industriali di Club professionisti. Una licenza triennale permette alle società di programmare il futuro, tutto il resto sono chiacchiere da bar. Il diritto sportivo nel 2016 è totalmente obsoleto, troppe squadre ogni anno abbandonano o si auto retrocedono per mancanza di risorse: riflettete cari dirigenti federali!

Euroleague con la sua capacità imprenditoriale è il futuro del basketball: risorse, continuità, spettacolo, … Le federazioni devono fare un passo indietro se vogliono il bene della pallacanestro.

Avviso ai naviganti: guardate lo spettacolo della ACB! Gli iberici hanno capito che le arene devono avere degli standard elevati, questo migliora le immagini televisive e di conseguenza lo show.

Ettore portaci a Rio! Altrimenti sarebbe un’ulteriore figuraccia per il nostro sport. Siamo sicuri che sia la più grande nazionale di sempre? Dopo il piazzamento dell’ultimo europeo non ne sarei così certo.

Buona Pallacanestro a tutti

Carlo Fabbricatore