Lega A - La notte della verità: tre per due posti nei playoff, tre che si giocano la retrocessione

 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 751 volte
Lega A - La notte della verità: tre per due posti nei playoff, tre che si giocano la retrocessione

Un editoriale facile facile come la scelta di portare le telecamere al PalaMaggiò: il match clou della 30esima giornata è Pasta Reggia vs Dolomiti Energia. Questa è la serata della verità in cui si sublimano errori e momenti esaltanti di un intero campionato per le squadre coinvolte nella qualificazione ai playoff (Trento, Pistoia, Varese) che arrivano a questo momento con animi completamente differenti. La Openjobmetis è in rilancio, nonostante la sconfitta in finale di FIBA Europe Cup, ma è fuoricasa nel derby contro Cantù; Pistoia stringe i denti a Capo d'Orlando dopo una stagione superiore alle attese, Trento va in Campania con Cummings e diversi problemi di infortuni.

Ed altrettanto succede per le tre coinvolte nella lotta salvezza (Caserta, Bologna, Torino). La Virtus ha il vantaggio di una vittoria su campani e piemontesi, ma è l’unica delle tre a giocare in trasferta, sul campo caldissimo della numero due del campionato Reggio Emilia, che a sua volta vuole difendere la posizione dall'assalto di una strepitosa Avellino di scena a Venezia. Torino ospita Pesaro, che a questo campionato non ha nulla da chiedere a salvezza raggiunta: Vitucci dovrà chiedere ai suoi determinazione e una partenza sprint, per tacitare fin da subito qualsiasi velleità di protagonismo di Daye e compagni, con coach Paolini che ha già la valigia in mano.

Dulcis in fundo, Sassari - Milano. La rivalità delle ultime stagioni, la qualità della Dinamo di essere stata fino ad oggi sempre la sparigliatrice delle carte e delle previsioni degli addetti ai lavori. Non c'èm in ballo nulla, ma l'esito della gara e come maturerà potrà condizionare fin da subito gli imminenti playoff che, nel giro delle probabilità, prevede che nel primo turno le due possano immediatamente incontrarsi di nuovo. Cremona - Brindisi vale solo per l'addio dopo cinque anni di Bucchi alla panchina pugliese e alle statistiche, con McGee a caccia del titolo di capocannoniere nel tiro dall'arco.