La guerra FIBA-Euroleague può arricchire i nostri clubs

 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 2318 volte
La guerra FIBA-Euroleague può arricchire i nostri clubs

La decisione di Reggio Emilia e Sassari, alla quale si aggiungerà anche Trento quasi certamente, di partecipare con un contratto triennale alla Eurocupbasketball sembra sancire una sconfitta della linea della FIP, tendente all'esecuzione delle direttive FIBA Europe. In realtà è solo un'altra battaglia di una guerra di logoramento più lunga e una straordinaria occasione di business per le formazioni italiane. La FIBA infatti garantisce un congruo ritorno economico ai suoi partecipanti; il ritorno economico già garantito e la visibilità europea della Champions League possono permettere a Brindisi, Cantù, Venezia e Avellino di alelstire roster ancora più competitivi per aumentare il livello del nostro campionato: basta saltarci dentro con decisione e idee chiare.

Che Milano e le altre tre sorelle si accodino al format di Bertomeu è una occasione speciale per un nuovo Risorgimento del basket tricolore (ma il discorso vale anche nelle altre Nazioni). Le lamentele - subito accolte - di Xavi Pascual verso gli arbitri e la preponderante presenza spagnola in Euroleague nel medio periodo provocherà qualche scossone in Euroleague che l'unicità della manifestazione fino ad oggi aveva messo abbastanza in disparte.

La FIBA calerà il jolly dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro. In quel momento si andranno a rinnovare tutte le sponsorizzazioni e partnership per il prossimo quadriennio olimpico e certamente - siamo in guerra - le aziende più esposte con Euroleague Basketball verranno messe sotto pressione. Il CIO non si può permettere che nella pallacanestro si affianchi alla NBA un altro organismo indipendente, ciò potrebbe provocare una defaillance a catena in tutti gli sport dal business ricco, e le aziende che premono per entrare in quello olimpico sono tante...

Nel lungo periodo non è facile prevedere cosa succederà, ma i soldi garantiti per i prossimi tre possono arricchire chi sa partecipare alle competizioni che andranno a cominciare nel prossimo settembre. Ne vedremo delle belle.