Kalnietis sì, Kalnietis no? Caos tra i tifosi di Milano

Verde come la maglia dello Zalgiris e della Nazionale lituana, verde speranza per il nuovo play dell'Olimpia: Mantas Kalnietis
 di Alessandro Palermo  articolo letto 3801 volte
Kalnietis sì, Kalnietis no? Caos tra i tifosi di Milano

Neppure il tempo di sbarcare in Italia che Mantas Kalnietis ha già fatto discutere mezza Milano e non solo. Il nuovo giocatore dell'Olimpia ha completamente spaccato a metà la tifoseria biancorossa, da una parte c'è chi crede sia un innesto di qualità, ciò di cui Milano aveva realmente bisogno: un play puro, un grande passatore. Dall'altra parte, invece, c'è chi sostiene che sia arrivato l'uomo sbagliato nel posto e nel momento sbagliato. Un giocatore in fase calante arrivato in Italia troppo tardi (il lituano ha 29 anni, ndr), con un'età che a molti tifosi garba ben poco. Chi lo contesta è ancora più furioso per il contratto proposto all'ex Lokomotiv Kuban: 65.000€ al mese fino al 2017, per un giocatore nato nel 1986, sono davvero tanti soldi. Troppi? Solo il campo ce lo dirà. Intanto, i tifosi dell'Olimpia, si schierano o da una parte o dall'altra. Kalnietis sì, Kalnietis no? E' questo il dilemma a cui il pubblico del Forum non sa ancora rispondere. Servirà proprio il palazzetto d'Assago per dirlo, purché non li si dia fretta ad un giocatore che dovrà capire con calma i meccanismi imposti da Coach Repesa. Ma cos'é che preoccupa gli scettici? Mantas quest'anno ha deluso parecchio, anche in patria dove è da sempre amato e coccolato. La sua pessima stagione fa a botte con il buyout speso da Milano: 250.000€ allo Zalgiris Kaunas per liberarlo, più il ricco ingaggio già citato. A tutto questo aggiungeteci anche le disastrose percentuali al tiro del playmaker, quest'anno in particolare da tre Kalnietis non ne azzecca una (a differenza di quanto scritto su alcuni siti). A tal proposito però, una parola bisogna spenderla, anzi anche più di una: Mantas agli Europei non ha messo nemmeno una tripla, fino al tiro realizzato contro l'Italia. La sua bomba ha permesso alla Lituania di affossarci all'Overtime e di approdare alle semifinali. La stagione del lituano potrebbe cambiare in positivo, proprio come in quell'occasione. Male da 3 con lo Zalgiris e, chissà, magari proprio una sua tripla deciderà il futuro dell'Olimpia. Similitudini a parte, se dovesse ingranare a Milano, come accadde con quel tiro che ci eliminò dagli Europei, per il giocatore e per l'EA7 potrebbe essere l'inizio di grandi successi.