Dolcetti in campionato. Scherzetti in Euroleague

Diverse le note positive del nostro campionato, ma in Europa mastichiamo ancora amaro
 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1781 volte
Fonte: Carlo Fabbricatore
Dolcetti in campionato. Scherzetti in Euroleague

Campionato sostanzialmente già deciso? Dopo aver assistito all’incontro Olimpia Milano - Reyer Venezia dubito che  l’EA7 possa avere problemi in campionato. Probabilmente  soltanto Sassari può aspirare a competere con Milano; la perdita dei due cugini ha trasformato la squadra in modo positivo perché era troppo vincolata ai loro ritmi. La difesa è migliorata in modo esponenziale grazie alla fisicità delle nuove guardie e di conseguenza anche l’aggressività offensiva è aumentata.  Per il bene del nostro campionato dobbiamo tifare per una grande stagione della squadra di Meo  altrimenti il campionato si giocherà soltanto per assegnare la piazza d’onore.

Mi piace citare  Reggio Emilia perché ha il coraggio di far giocare i giovani. Nella partita contro Varese mi sono divertito un mondo a vedere i ragazzi giocare le palle decisive (qualche volta anche  in modo scellerato ma per imparare devi poter sbagliare). Nelle prossime partite potrebbero avere delle flessioni di rendimento ma è importante la fiducia che tecnico e società nutrono nei loro riguardi. Mussini ha gestito la squadra in modo autoritario e Della Valle (orgoglioso papà Carlo?) ha giocato una partita solida “mettendo” punti pesanti nei supplementari.  Dateci dentro e non deludeteci.

Vanoli Cremona momentaneamente la rivelazione della stagione. Diamo a Cesare quello che è di Cesare: un bel 9 per quello che sta facendo e per tutti i successi ottenuti in carriera nelle squadre di provincia. Bravo!

Menzione straordinaria per Trento che sta appassionando un’area geografica più incline agli sport di montagna che alla pallacanestro. Bel lavoro e in bocca al lupo per la stagione.

Note negative per Pesaro che purtroppo ultimamente non riesce ad allestire formazioni competitive e per Avellino che non riesce a fare il salto di qualità ipotizzato.

Piccolo rimbrotto al pubblico dell’Olimpia pronto ad affollare il Forum in Euroleague ma non altrettanto numeroso nel match contro Venezia che è una delle antagoniste principali in campionato.

Sarà forse che la grande città vuole l’evento e non la routine?

L’Euroleague ci fa masticare amaro, le nostre squadre sono ancora al palo. Sassari sta pagando lo scotto dell’inesperienza, mentre Milano sottotono non è riuscita a battere il Barca e rischia di complicarsi la stagione europea. Obradovic, partito bene con un team pronto a scalare la montagna delle Final Four, sarà in grado di portare per la prima volta ai vertici dell’Euroleague una squadra turca? Il Real avrà l’opportunità di giocare sul parquet amico la fase finale e dopo le batoste degli ultimi anni sarà capace di rispettare il pronostico che lo vede favorito all’inizio della competizione? La storia della Coppa ci insegna che ogni anno, come nei migliori thriller, dal nulla spunta la squadra rivelazione: punto sull’Efes.

 

P.S. Indiciamo un referendum per far giocare la Acea Roma al Palalottomatica; il palazzetto di viale Tiziano è inadeguato come casa della squadra della Capitale.

 

Buona Pallacanestro a tutti