Cuore Napoli Basket, che Dio ce la mandi buona

 di Alessandro Palermo  articolo letto 2202 volte
Cuore Napoli Basket, che Dio ce la mandi buona

Ci risiamo, la pallacanestro torna a Napoli. Ed io, personalmente, ne sono felice. Una città importante come quella partenopea, con quasi un milione di abitanti, non merita di vivere soltanto di calcio (vera droga dei napoletani). Una piazza del genere ha bisogno anche della palla a spicchi. Poi, che Napoli - intesa come società - ne abbia viste di ogni e abbia fatto ben poco per evitare certi errori è risaputo, ma ora basta. Sembra la volta buona. Lo so, purtroppo, questa frase è stata detta e pensata tante volte, troppe... ma la speranza è l'ultima a morire. Sei fallimenti in otto anni, però, è davvero una roba triste. Un crac dietro l'altro ha portato illusione prima e delusione poi, spingendo i tifosi ad arrendersi. Dopo l'ennesima batosta, però, è arrivato uno spiraglio di luce a cancellare la parola "rassegnazione". Questa luce si chiama Ciro Ruggiero. L'ex patron del Cilento Basket Agropoli ha conquistato con il club biancoverde una storica promozione in Serie B. Un traguardo incredibile per una giovane società come quella agropolese, nata soltanto cinque anni fa. Una piccola realtà, quella del Cilento Basket Agropoli, che ho imparato a conoscere ed apprezzare lo scorso inverno grazie all'amico e collega Vincenzo Ruggiero. Per chi non lo conoscesse - "Enzo", campano DOC - è il fondatore de "La Pagina del Cestista", nonchè addetto stampa della società biancoverde, nu buono guaglione. Quanto a papà Ciro - il messia della Napoli a spicchi - non posso dire molto, non conoscendolo come il buon Vincenzo. Ma il neo-presidente del Cuore Napoli Basket mi sembra davvero una persona seria, capace ed ambiziosa, che però non vuole fare il passo più lungo della gamba. In fondo Napoli ne ha vissute troppe ed, a cascarci un'altra volta, ci vuole davvero un attimo. E' per questo che il patron Ruggiero pare essere l'uomo giusto: il personaggio ha convinto me e la maggiorparte dei tifosi, anche i più scettici. Ciro Ruggiero ha lottato con i denti e con le unghie per traslocare da Agropoli a Napoli, facendo di tutto per riportare in vita la pallacanestro partenopea. Non so come andrà a finire, non ho la sfera di cristallo ma una cosa è certa: Napoli è ancora viva ed è in buone mani.