Altro che pecora nera, ben tornato Ale! Il grande ritorno di Gentile

 di Alessandro Palermo  articolo letto 2218 volte
Altro che pecora nera, ben tornato Ale! Il grande ritorno di Gentile

Alessandro Gentile è tornato. Il capitano dell'Olimpia dopo essere stato fermo per quasi due mesi, infortunatosi il 16 gennaio nel big match vinto contro Trento, è tornato più radioso e forte che mai. D'altronde lo aveva promesso con quel post apparso sul suo profilo Instagram (@alegentile5): "Ci rivedremo presto più ANTIPATICO ed EGOISTA che mai". Il leader biancorosso è stato di parola, non tanto per il suo impatto caratteriale sulla partita contro Caserta, quanto per la grinta con la quale ci teneva a tornare. "Sicuramente ora tutto andrà meglio per la squadra senza la pecora nera...", scrisse anche questo il capitano milanese, dopo essere stato insultato da un tifoso, quando fu costretto ad abbandonare il campo proprio nella sfida con Trento. Che Gentile fosse arrabbiato si era ben capito, che Gentile avesse voglia di rivalsa anche. E si è visto nella sfida del Forum di ieri sera, nel recupero della 19esima giornata. Davanti alla sua gente, Ale ha dato il meglio. Il top del top se pensiamo a quanto è difficile tornare ad un ritmo partita, specie se stai fuori per infortunio per sette settimane e se sei il capitano della squadra più gloriosa d'Italia. Gentile è stato l'MVP della vittoria con Caserta -nonostante uno straordinario Rakim Sanders- autore di 17 punti e miglior marcatore. Oltre ogni previsione perchè in fondo, in pochi, si aspettavano un ritorno così. Poi, per carità, Gentile non è che abbia fatto cose clamorose nella partita di ieri sera, ma è l'atteggiamento ad aver impressionato. Anche perchè qualche errore il capitano lo ha fatto eccome contro Caserta, vedi qualche tiraccio dalla lunetta che forse manco i ragazzini nell'intervallo avrebbero fatto. Tra l'altro, dalla tribuna qualcuno ha anche ironicamente sussurrato -in riferimento ad uno di loro- "Oh, ma questo è forte! Lo prendiamo?". Tornando al casertano col numero cinque: proprio in quella precisa situazione, dopo aver commesso errori non da lui, non da uno che potrebbe andare in NBA al più presto, si è vista la reazione del campione che non si butta giù. Anzi, dalla spinta motivazionale del pubblico di casa -del suo pubblico- ne ha tratto vantaggio. Perchè qualcuno che lo ama c'è, a differenza di quanto si è voluto far credere negli scorsi mesi. Altro che pecora nera e Gentile, d'altronde, lo sa bene: "Grazie a tutti quelli che mi hanno dimostrato supporto in questo momento difficile", scrisse anche questo il capitano dell'Olimpia sui social, sempre dopo il suo terzo infortunio alla coscia, avvenuto in Milano-Trento. Già, Trento. Adesso (ironia del destino) Gentile si ritroverà davanti, faccia a faccia nuovamente contro i bianconeri, per i Quarti di Finale di Eurocup, nel derby tricolore. Milano ti ha aspettato, anche i più critici, ora tocca a te Ale! In bocca al lupo.

Editoriale a cura di Alessandro Palermo
Foto: olimpiamilano.com