3 settembre 2017: la data della fine del Dream Team

 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 1355 volte
3 settembre 2017: la data della fine del Dream Team

Segnate sul calendario la data del prossimo 3 settembre. Potrebbe essere quella non di un giorno qualsiasi ma quella di un altro spartiacque tra il mondo FIBA e il mondo NBA. Forse a titolo definitivo. Una data come quella del 28 giugno 1992, quella che vide sprigionare la forza del Dream Team a Barcellona. Il 3 settembre si giocherà la finale dei Campionati americani FIBA ai quali gli Stati Uniti si presentano senza vere stelle della NBA e con un gruppo di buoni giocatori che hanno sviluppato in Europa la loro carriera. Se le seconde e terze fila della Lega professionistica vinceranno il torneo è quasi certo che alle prossime Olimpiadi del Dream Team di un tempo non vedremo più nemmeno la copia sbiadita.

Ci hanno già provato, a fare marcia indietro, gli statunitensi. Con squadre di medio livello avevano vinto l'Olimpiade 2000 grazie al buzzer beater fallito da Jasikevicius prima di cedere a Manila (2002), Atene (2004), Giappone (2006). E marcia indietro con Mike Kzyzewski pronto a fare ammenda della superficialità americana e i campioni NBA a testa bassa a lavorare con grandi motivazioni. Da allora però tutto è cambiato dentro e intorno la pallacanestro. Come? Imparando dagli errori e ricalibrando le qualità; potendo attingere all'enorme serbatoio di atleti statunitensi che diventerà già dall'anno prossimo la G-League; indebolendo le formazioni avversarie riuscendo, come quest'anno, obtorto collo (A chi volete far credere che Antetokounmpo e Teodosic sono infortunati?) a far saltare i vari tornei FIBA per Nazionali ai giocatori messi sotto contratto a suon di milioni di dollari.

Se i 12 baldi giovanotti che Jeff Van Gundy ha reclutato per Team USA (ovvero Billy Baron, Alec Brown, Larry Drew II, Reggie Hearn, Darrun Hilliard, Jonathan Holmes, Kendall Marshall, Xavier Munford, Marshall Plumlee, Jameel Warney, CJ Williams, Reggie Williams) usciranno trionfanti da AmeriCup 2017 potremo scordarci di vedere con la maglia a stelle strisce i vari Irving, James, Curry, Durant & C. come anche i vari Porzingis, Antetokounmpo & C. con le maglie avversarie. Addio Dream Team, sarà la vittoria finale di Mark Cuban.