Champions League - Coach Federico Pasquini sulla sfida di domani con il Pinar Karsiyaka

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 133 volte
Champions League - Coach Federico Pasquini sulla sfida di domani con il Pinar Karsiyaka

La Dinamo Banco di Sardegna è pronta alla prossima sfida: ieri il gruppo è arrivato a Izmir, in Turchia, dove domani alle 18 (20 ora locale) sarà alzata la palla a due del Game 8 di Basketball Champions League contro Pinar Karsiyaka. Un match delicato e fondamentale per i giganti biancoblu che vogliono riscattarsi della gara di andata al PalaSerradimigni quando un fallo fischiato negli ultimi secondi ha consegnato alla formazione turca la vittoria dalla lunetta.

“Giochiamo contro una squadra che sta avendo un ottimo andamento in Basketball Champions League a differenza di quanto sta succedendo in campionato, sebbene nell’ultimo match con la capolista Tofas sia rimasta avanti fino a poco dalla fine _analizza coach Federico Pasquini_. È una squadra che ha un grande potenziale nei giocatori americani perché Dominic Waters, il playmaker ex Cantù e Olympiacos, sta facendo una grande stagione ed è il faro che detta i ritmi, bravissimo sui pick and roll, mentre Jarrod Jones, ex Pesaro, è il riferimento sotto canestro giocando sia da quattro sia da cinque. Insieme a questa coppia di giocatori tra le pedine pericolose c’è il tiratore Scott Wood che ha messo i liberi decisivi all’andata e domenica ha segnato sette tiri dall’arco, un giocatore importante da non perdere sul perimetro. C’è poi l’opzione DJ Kennedy che dovrebbe rientrare nella sfida di domani contro di noi: all’andata ci ha fatto molto male sia dentro sia fuori perché è un’ala piccola atipica mancina di grande talento. A completare il roster ci sono una serie di giocatori turchi che hanno la capacità di dare peso dentro l’area, come Egemen Guven, o Meetin Turen, il tiratore, che ha messo la bomba importante all’andata”.

La sfida di domani è cruciale per il cammino dei giganti in Basketball Champions League: “Il Pinar è una squadra molto interessante, capace di giocare a uomo e a zona 3-2, che può allungare la difesa a tutto campo. Noi dovremo essere bravi a trovare dentro di noi le energie in questa ultima tappa di un lungo viaggio per tirare fuori il nostro meglio domani. Dovremo utilizzare le energie dalle ultime vittorie per trovare le risorse fisiche che sono rimaste per questo ultimo sforzo. Sappiamo che domani per noi è fondamentale vincere per confermare la consolidare la nostra posizione nella classifica del gruppo A di Basketball Champions League”.